Parola ai giocatori: Star Wars: The Old Republic

 

Ritorniamo a intervistare i membri della nostra community di giocatori per un nuovo episodio dei nostri articoli “parola ai giocatori” e questa volta li portiamo in una galassia lontana lontana per parlare di Star Wars: The Old Republic, un titolo abbastanza popolare che a quanto pare tutti loro hanno già giocato e riguardo al quale possono darci delle opinioni precise e dei feedback solidi.

 

Star Wars The Old Republic screenshot (36) Star Wars The Old Republic screenshot (34) Star Wars The Old Republic screenshot (31) Star Wars The Old Republic screenshot (29)


JimSlam:
Tra gli aspetti positivi di SW:TOR vi è senza dubbio l'abbondanza di contenuti e feature nei quali i giocatori come me possono flettere i loro muscoli competitivi, specialmente nelle Warzone; ho degli amici che giocano a questo titolo e far gruppo con loro per liberarci di un po' di feccia ribelle è sempre stato divertente. Le Operation, nonostante differiscano tra loro in qualità, sono realizzate abbastanza bene e offrono un certo grado di sfida, anche se l'introduzione della modalità Nightmare è stata sicuramente più che gradita.

Non sarà il gioco più skill-based del mondo, ma ci sono abbastanza achievement e contenuti PvP da accontentarvi. Collaborare con la propria gilda per ottenere una Flagship e personalizzarla è stato abbastanza figo, ma la cosa più bella è stata sbloccare gradualmente le stanze della nave tramite il sistema di conquista planetaria di gilda.

IAMJohn:
SW:TOR è abbastanza divertente, ho giocato gran parte dei contenuti da solo senza troppo problemi, quindi si può dire che l'arco narrativo del vostro personaggio funge un po' da esperienza single-player, proprio come vi aspettereste da un gioco Bioware. In tantissimi MMORPG vi sentirete come se doveste essere in gruppo, ma in SWTOR le quest sono strutturate in modo da trasmettervi la sensazione di essere davvero l'eroe o il cattivo della galassia nella vostra saga epica personale.

L'occasionale PvP è stato divertente, ho trovato più semplice dedicarmi a modalità come Huttball rispetto alle warzone quando mi trovavo con gruppi improvvisati, visto che le seconde erano troppo grandi e sembrava che i giocatori facessero ognuno i propri comodi invece di collaborare come una squadra, portando a una sconfitta certa contro qualunque squadra organizzata. Mi sono piaciute molto anche le quest spaziali che rappresentano un gioco nel gioco, davvero una bella idea.

Kittypride:
Quando ci giocavo era un gioco fantastico e ovviamente il mio elemento preferito era andare a caccia delle INNUMEREVOLI voci del codex. Collezionavo di tutto, che fossero nuove creature per il mio bestiario, letture relative all'ambientazione, titoli e ovviamente puzzle per il vostri datacron (chi non ama essere ricompensato per l'esplorazione?) ho passato più tempo di quanto avrei dovuto su tantissimi pianeti alla ricerca di elementi del codex, ma ammetto di aver fatto ricorso ad alcuni siti per un po' d'aiuto a volte.

Anche se quando giocavo ancora non erano state implementate è stato bello scoprire che hanno aggiunto le Galactic Stronghold che permettono ai giocatori di sfoggiare i loro trofei, il loro mobilio e gli oggetti craftabili, una ragazza deve pur poggiare tutta la sua roba da qualche parte! Sarebbe bello fare la stessa cosa con la propria nave, ma con le cutscene relative alle quest non so quanto sarebbe fattibile la cosa.

Ballgon:
“Clone di WoW ” è un appellativo che viene affibbiato a praticamente qualunque MMORPG esca sul mercato e ogni volta che un gioco presenta una feature che ricorda minimamente qualcosa di WoW i giocatori si trasformano in decerebrati rabbiosi che credono che WoW sia il primo MMORPG mai creato. In effetti, però, nessun gioco probabilmente si merita l'etichetta di “Clone di WoW” più di Star Wars: The old Republic.

Nonostante possa avere una skin sci-fi, basta dare un'occhiata all'aspetto cartoonesco dei personaggi, agli ambienti, a combattimenti, personalizzazione delle classi, equipaggiamento... presi singolarmente tutti questi elementi non lo rendono un WoW clone, ma considerandoli nell'insieme è evidente che il gioco ha provato (e fallito) a essere un WoW killer imitando esattamente quello che voleva distruggere.

Tenebrae:
Ho provato SWTOR giocandolo per qualche mese al lancio dopo aver passato l'anno precedente a creare la mia gilda RP (ricordo con un sorriso i dibattiti senza fine riguardo a quale server sarebbe stato il server RP ufficiale!) Sfortunatamente il gioco non era proprio adatto a me e c'erano troppe restrizioni e limitazioni per la creazione di una community RP decente (a meno che non si era fan del gioco di ruolo erotico/maturo, che sembrava funzionare). Dalle location limitate a certe fazioni, la segregazione dei giocatori in diverse istanze istanziate, ogni oggetto indossabile vittima delle limitazioni di livello che impediva di mettere insieme un abbigliamento decente, scarsa personalizzazione del proprio avatar e mancanza di attività/abilità/azioni sociali, tutto era inadatto e inadeguato per il mio stile di gioco e il mio approccio agli MMORPG.

Nonostante parecchi dei miei compari giocatori di ruolo apprezzano notevolmente le meccaniche “RPG” introdotte da BioWare e relative alle decisioni Oscurità/Luce nelle quest, secondo me si tratta di una singola meccanica RPG, non qualcosa che definisce l'identità del personaggio che voglio giocare e rappresenta un semplice seguire una storia decisa da altri. Non è il mio personaggio, è il loro.

Elijah:
In effetti ho ricominciato a giocare a SWTOR da poco, dopo aver giocato i primi giorni di vita del titolo divorando i contenuti e powerlivellando con un paio di amici. Ci sono così tante feature rispetto a quando giocavo io che per la maggior parte del tempo è difficile annoiarsi. Direi che EA/BioWare ha fatto un lavoro abbastanza buono nel mantenere il gioco aggiornato e interessante, arricchendolo in vari modi, anche se avrei preferito veder proseguire le quest di classe in modo da scoprire “cosa succede ora?” a tutti i miei personaggi di massimo livello. Faccio parte di una gilda abbastanza attiva quindi ci sono sempre Flashpoint, giornaliere, Operation o Warzone di gruppo da fare con cui divertirmi qualche ora.

Your_Nemesis:
Il gioco ha decisamente i suoi pregi e i suoi difetti. Da utente dello Star Wars Galaxies orginale, non mi piaceva la distanza presa dallo stile sandbox in favore di un sapore più mainstream, anche se varie caratteristiche sandbox sono state aggiunte qua e là con le ultime espansioni. Quando SWTOR fu annunciato era passato per me abbastanza tempo per prendere in considerazione l'idea di saltare in nuovo MMORPG di Star Wars. Pur essendo decisamente moderno in termini di caratteristiche (scene animate totalmente doppiate, profondo sistema di personaggi compagni, tocchi di classe Bioware, aggiunta delle quest spaziali) non mi ha convinto del tutto non essendo io fan dell'esperienza Themepark espressa dai MMORPG moderni.

Credo che le fazioni siano troppo divise ed essendo cresciuto in giochi come Ultima Online e Dark Age of Camelot, nei quali il PVP aveva un'importanza dominante, queste sembrano quasi non-esistenti in SWTOR e nonostante non sia un drogato di PvP hardcore, mi piace l'idea del PvP open world rispetto a essere costretto a giocare in battleground/warzone.

 

Star Wars The Old Republic screenshot (25) Star Wars The Old Republic screenshot (22) Star Wars The Old Republic screenshot (20) Star Wars The Old Republic screenshot (17)


Quindi, questo è quello che pensano i nostri giocatori, ma voi cosa ne pensate? Giocate a SWTOR?In caso negativo, perché no? Cosa vi piace e cosa odiate di questo titolo? E cosa pensate delle opinioni dei nostri giocatori? Fatecelo sapere nei commenti!