Prime impressioni di World of Warships

TBD Voto generale

Gameplay relativamente unico | Grafica di alta qualità

Il ritmo estremamente lento non è adatto a tutti | Mancanza di aiuti e pop-up in gioco che rende un po' confusionario l'utilizzo dei menù

 

Ieri abbiamo avuto modo di provare World of Warships di Wargaming, lo sparatutto strategico/tattico ambientato nella secnda guerra mondiale nel quale i giocatori controllano una gran varietà di navi da battaglia in combattimenti per il dominio dei mari. Avendolo giocato brevemente al Gamescom di agosto con un membro del team Wargaming al nostro fianco pronto a dirci cosa fare e a spiegarci i comandi, è stato interessante scoprire saremmo riusciti a restare a galla una volta lasciati a noi stessi. Il gioco entra oggi in fase di Closed Beta, ma dal nostro tempo passato in gioco possiamo già dire che Wargaming ha tra le mani un prodotto completo.

Entrando in gioco siamo stati accolti da una vista decisamente non familiare visto che non avendo mai giocato a World of Tanks o World of Warplanes non eravamo abituati ai vari valori, figure, menu e icone con le quali siamo improvvisamente stati inondati. A prima vista gli alberi tecnologici e i moduli sembrano incomprensibili ai novizi del gioco, o almeno lo sono sembrati a noi, anche se le cose si sono rivelate essere meno complicate del previsto. L'unica cosa che risaltava era il grosso pulsante "Battle" in cima allo schermo, che sembrava un posto buono come un altro per cominciare.

Eccoci quindi alla nostra prima esperienza con uno degli elementi di gioco che non è proprio  il top da provare e che non è piacevole da affrontare, specialmente in alpha/beta: le code. Le partite co-op, nelle quali i giocatori affrontano i bot in scontri a squadre basati su cattura/distruggi la nave nemica, avevano una coda di uno o due minuti, che possiamo gestire. Provare a metterci in coda per i match casuali che mettono due squadre di giocatori l'una contro l'altra (e sono obbligatorie per completare le missioni e ottenere le ricompense) è stata una faccenda totalmente diversa e siamo rimasti in coda per cinque minuti prima di rinunciare. Le meccaniche di coa sembravano strane ed è difficile capire se siete in coda o semplicemente ad aspettare che altri giocatori si uniscano a voi prima che una partita cominci. Quindi ci siamo concentrati principalmente sulle co-op, visto che con la nostra (carenza di) abilità non ci sarebbe stata molta differenza nell'affrontare bot o giocatori reali e che tanto in ogni caso saremmo morti piuttosto in fretta.

 

World of Warships screenshots  (3) World of Warships screenshots  (2)


 

La cosa che vi attira all'istante è la grafica, che va dalle onde dell'oceano all'ambiente generale fino ai dettagli curati dei modelli di nave, che come ci è stato assicurato sono accurate riproduzioni delle loro controparti reali. Prendetevi il tempo che vi serve per ammirare la grafica della vostra nave, il gioco è estremamente lento (anche se è stato velocizzato abbastanza dalla sua prima release) e tutti i movimenti, attacchi, progressione sulla mappa e in generale la lunghezza delle battaglie sono il testamento che World of Warship è uno sparatutto lento, tattico e strategico che è generalmente privo dei frenetici combattimenti che si vedono solitamente negli sparatutto di guerra.

Detto questo, l'adrenalina comincia a scorrere appena riuscite a mettere a segno i primi colpi contro il bersaglio, riuscendo a tenere salda la giusta traiettoria e sparando davanti alla nave nemica con la mira manuale, in modo che quest'ultima vada direttamente contro  vostri compi, mentre scegliete se inseguirla mentre cerca di raggiungere i suoi alleati o ritirarvi e perdere l'uccisione. Sfortunatamente noi non siamo mai arretrati, scegliendo sempre di inseguire il nostro bersaglio fino in territorio nemico solo per essere ripetutamente accerchiati e mandati sul fondo dell'oceano. Questo è esattamente il cuore del gioco: dovete semplicemente pianificare tutto in anticipo, segliere la rotta e la strategia che dovrete comunque essere pronti a cambiare in qualunque momento. Visto che il movimento è così lento non potrete semplicemente girarvi e scappare da dove siete venuti, visto che la velocità della nave e l'ampiezza degli angoli di virata spesso rendono difficile tirarsi fuori dai guai. Da nuovi giocatori abbiamo trovato estremamente confusionario il sistema di segnali e indicazioni riguardo qundo colpite un nemico, dove lo colpite, che tipo di danno avete causato, se è a fuoco, che colpi avete incassato ecc, e raramente vi renderete conto che siete nei guai finché non è troppo tardi.

Essendo il nostro nome di stampa "Preview" visibile nel roster della squadra, sono sorte un po' di chiacchiere per questo motivo e abbiamo anche avuto un po' di aiuto da vari giocatori. La mancanza di tutorial disponibili significava che dovevamo imparare giocando, il che ci portava ad affondare spesso e andare in modalità spettatore dove abbiamo potuto chiacchierare con altri giocatori per scoprire nuovi controlli e tattiche. Siamo persino stati invitati in una divisione (Gilda) di uno dei giocatori nella nostra squadra e abbiamo chattato con un tizio su Teamspeak che ci ha aiutati dandoci qualche dritta e consiglio su scelta di nave, munizioni, come sfruttare le torrette IA e altro. E' stato davvero d'aiuto (un grosso grazie a te "BestTomatoEver"!)

 

World of Warships screenshots  (1) World of Warships screenshots  (4)


Vi sono tantissime opzioni per la personalizzazione della nave, i giocatori possono acquistare e ricercare nuovi aggiornamenti per migliorare la propria nave e armarla in modo che sia adatta al proprio stile di gioco. Questo era un grosso problema per noi visto che faevamo abbastanza schifo.

Così come il gioco, anche le vostre abilità avanzano lentamente, con tempi di coda e di partite simile non sentite di star migliorando parecchio, ma con un po' di perseveranza e pazienza, riuscire a ottenere la vostra prima uccisione è una sensazione davvero gratificante. Il gioco non sarà sicuramente per tutti, è ovvio, ma la sua intenzione non è mai stata quella di rivaleggiare con le sue produzioni gemelle, quanto piuttosto di offrire qulcosa di diverso. E' chiaro che risulterà adatto a tipi diversi di giocatori, più affini a titoli strategici. World of Warships è un po' più di nicchia rispetto a tanti altri giochi di guerra sul mercato e speriamo che non soffra degli stessi problem che hanno tarpato le ali a World of Warplanes, ovvero una diffidenza da parte dei giocatori che valutavano alternative ugualmente buone (e secondo alcuni nettamente migliori) come War thunder. Sotto questo aspetto per ora World of Warships naviga in acque sicure visto che non vi sono veri avversari in grado di affondarlo.