Pirate Storm, recensione esclusiva

Pirate storm review thump
6.5 Voto generale
Grafica: 7/10
Sonoro: 5/10
Gameplay: 7/10

Community molto attiva e presente

Realizzazione tecnica scadente | Gameplay scialbo e ripetitivo

 

Ahrr, marinai! Oggi ci siamo svegliati con una voglia matta di acqua salata e brezza marina fra i capelli e abbiamo quindi deciso di indossare la nostra benda sull'occhio, la nostra gamba di legno e siamo saltati in Pirate Storm per vivere la vita del vero lupo di mare, o almeno, era quello che ci saremmo aspettati.

Pirate Storm è un MMO 2D gratuito a tema piratesco giocabile via browswer, distribuito da Bigpoint e lanciato lo scorso anno, che promette di farvi sentire come un vero capitano e farvi avventurare per i mari al fine di affrontare mostri marini, altre navi pirata e ottenere tesori e gloria. Ma il tutto, alla fine, è divertente come sembra? Beh, scopriamolo insieme.

Pirate Storm screenshot (8)

Essendo un browser game, Pirate Storm è altamente accessibile e, grazie alla connettività con Facebook, potrete registrarvi e giocare in una manciata di click. Una volta in gioco sarete guidati attraverso la UI e le basi del gioco da un veloce tutorial, che vi aiuterà ad abituarvi al sistema di controllo e coprirà quasi tutti gli aspetti importanti del gioco. In ogni caso, i controlli sono estremamente simili e l'intero titolo può essere giocato con il semplice clic sinistro del mouse; potrete cliccare su un determinato punto per muovere lì la vostra nave, cliccando su un nemico l' attaccherete , e cliccando su una un porto potrete attraccare. Potrete raccogliere degli oggetti muovendo la vostra nave su di loro, ed è anche possibile zoomare avanti e indietro per avere una visuale migliore della mappa. Abbastanza facile e intuitivo, no?

Sul lato sinistro dello schermo avete un menù dove potrete trovare tutte le schede di cui avete bisogno: inventario, mercante, casa d'aste, modalità PvP, game store e così via. Il gioco si svolge in diverse mappe quadrate dove potrete trovare più o meno isole sparpagliate intorno, e mostri e altri giocatori che si aggirano per i mari.  Una delle prime cose che abbiamo notato è stata la chat, estremamente attiva e vitale, scoppiettante di giocatori. Non ci aspettavamo di trovare un tal numero di utenti navigare anche nelle mappe di basso livello quindi, a quanto pare, nonostante sia un browser game piuttosto semplice, Pirate Storm è supportato da un'ampia ed attiva community di fan.

Pirate Storm screenshot (6)

GRAFICA E SONORO

È il momento di parlarvi della grafica del gioco e purtroppo qui la nave inizia a imbarcare acqua... Il gioco offre una grafica 2D molto semplice che purtroppo non riesce a splendere né per quanto riguarda navi e mostri, caratterizzati da un livello di dettaglio decisamente basso e dotati di pochi sprite ognuno, né per design di ambienti e mappe in generale, che risultano molto poco ispirate.  Specialmente gli ambienti sono davvero deludenti. Nelle nostre sessioni di gioco siamo riusciti a vedere tre diverse zone, tutte praticamente identiche , con lo stesso schema di texture del mare e qualche isola sparpagliata. L'unica cosa che cambiava era la posizione del porto locale e delle isole, ma lo stile delle isole era esattamente lo stesso: nessun deserto, vulcano, isole popolate o qualunque cosa in grado di fornire un minimo di varietà. Abbastanza noioso.

I suoni sono un altro elemento che certamente non aiuta il gioco a colpirvi positivamente. La "Musica" è praticamente il costante e ripetitivo suono del mare, che per alcuni potrebbe anche essere rilassante, ma che probabilmente la maggior parte di voi troverà decisamente noioso sul lungo periodo. I suoni di combattimento sono un mix di rumori ripetitivi di scarsa qualità che saranno riprodotti in continuazione per ogni combattimento, e i combattimenti sono in pratica l'unica cosa da fare in gioco.

 

GAMEPLAY

Come vi abbiamo già detto prima, nel gioco vi troverete a esplorare le diverse mappe ammazzando mostri qua e la, giocare match PvP, potenziare la vostra nave o comprarne di nuove e commerciare con gli altri giocatori. Le mappe sono piccole ed estremamente simili, ognuna delle quali contenente circa tre tipi diversi di nemici e un porto, luogo dove potrete trovare gli NPC che vi forniscono le quest, vi permettono di potenziare le vostre navi, accedere all'auction house , etc. In realtà potete fare tutte queste cose ovunque vi troviate tramite il menù a sinistra dello schermo, quindi non siamo riusciti a capire qual'è il vero scopo del porto, ammesso che ne abbia uno.

Pirate Storm offre anche delle quest, che dovrebbero aiutarvi a spezzare la monotonia del grind di mob vecchia scuola, fornendovi anche XP. Abbiamo scritto "dovrebbero" perché le quest in gioco a conti fatti son solo ed esclusivamente "uccidi x di questo mob"; e con un totale di circa 3 diversi mob per mappa potete facilmente capire quanto la cosa possa diventare ripetitiva e noiosa. Diciamo che "uccidi 8 granchi", "uccidi 8 pirati", "Uccidi 10 bucanieri", "uccidi 10 granchi, 10 pirati e 10 bucanieri" a ripetizione non sia proprio il massimo del divertimento.

Potrete comprare nuove navi o migliorare quelle già esistenti, equipaggiandole con nuovi cannoni o lancia arpioni e caricandole con diversi tipi di munizioni. Purtroppo, per quello che abbiamo avuto modo di vedere, è un sistema di progressione fin troppo semplice e lineare, che porterà tutti a seguire più o meno lo stesso percorso.

Anche il sistema di combattimento è abbastanza deludente e banale. Potrete cliccare su un mostro o una nave e quando il nemico bersaglio si trova nel raggio d'azione comincerete ad attaccarlo automaticamente con il tipo di munizioni adatto. L'unica cosa interessante che rende questo combattimento un po' meno statico è la possibilità di muovervi mentre sparate, kitando i nemici o inseguendoli quando tentano la fuga. Uccidere i nemici vi fornirà XP e occasionalmente denaro e bottino da raccogliere.

Pirate Storm screenshot (3)Pirate Storm screenshot (4)

CONCLUSIONI

Pirate Storm è un gioco che mostra parecchi più anni di quanti ne abbia in realtà. Grafica sonoro e gameplay risultano sotto la media, e con tutti i validi browser game attualmente sul mercato, essere appunto un gioco basato su browser non può più essere una scusa per una bassa qualità generale del prodotto. In effetti non riusciamo a capacitarci di come un gioco come questo possa essere ancora così vivo e in salute mentre un titolo come Kartuga sia stato soppresso immediatamente. In ogni caso, Pirate Storm è ancora qui bello e pimpante, anche se non ci sentiamo di consigliarlo se non ai veri appassionati dei pirati a cui non importa di dover grindare gli stessi mob per ore e che possono sopportare una realizzazione tecnica scadente.