Recensione di Shards of War

8.5 Voto generale
Gameplay: 9/10
Grafica : 8/10
Sonoro: 8/10

Sistema di controllo fluido e intuitivo | Grafica piacevole | ambientazione originale

A eccezione del sistema di controllo e dei Loadout il gioco non presenta molte differenze da un MOBA qualunque

Abbiamo recentemente avuto la possibilità di provare il nuovissimo MOBA di BigPoint, Shards of War, un'interpretazione in chiave futuristica del popolare genere, nella quale i giocatori devono combattere in squadre da 5 in frenetiche battaglie distruggi base, sfonda lane. Il gioco è attualmente in closed beta e alla release sarà totalmente gratuito con una varietà di opzioni di valuta premium.

La prima cosa su cui abbiamo messo le mani è stato il tutorial, che essenzialmente è una partita 5v5 contro una manciata di bot IA, anche se nel nostro video First look abbiamo registrato una partita che era praticamente la stessa cosa, visto che non vi sono ancora giocatori online in quanto il gioco è diventato accessibile soltanto ora. Giocando sulla mappa Empire City (e nonostante gli sviluppatori abbiano parlato di 3 diverse shard non siamo sicurissimi che siano accessibili con la stessa modalità di gameplay a questo stadio di sviluppo) abbiamo provato una sentinella dal ruolo di attaccante: Striker. Come potreste aspettarvi, Striker è un combattente DPS capace di lanciare granate, scatenare raffiche dal suo fucile e provare una manciata di mosse ingegnose.

SoW SS07 SoW SS06 SoW SS05 SoW SS04

Da giocatori relativamente inesperti di MOBA, dobbiamo alzare tanto di cappello al sistema di controlli WASD che permette di muovere il personaggio rimanendo liberi di mirare con il mouse in maniera indipendente, con la sensazione globale di un sistema molto più intuitivo e reattivo in grado di offrire tattiche mordi e fuggi e frenetiche sparatorie.

La mappa è divisa nelle classiche tre lane, ognuna cosparsa da torri nemiche e alleate che i giocatori devono distruggere accompagnando ondate di droni, in maniera molto simile a quanto avviene con gli altri MOBA, cosa che lo rende decisamente familiare e facile da prendere in mano. Ci sono altri obiettivi secondari nella mappa che ruotano attorno alla conquista di punti di controllo, anche se non siamo arrivati a capire di cosa trattavano; dalla lettura di precedenti dichiarazioni fatte dagli sviluppatori, però, possiamo dirvi che ruotano attorno al potenziamento dei droni.

Il combattimento ci è sembrato decisamente bilanciato e in tutta onestà possiamo dirvi che da nabbi quali siamo, non abbiamo giocato troppo male, accumulando la nostra dose di uccisioni, il che dimostra quanto sia facile entrare in gioco e abituarvicisi. Le 10 sentinelle disponibili sembrano tutte interessanti già dalla loro descrizione, sono divise in tre diversi ruoli (attaccante, tank e supporto) nella tipica trinità del combattimento.

SoW SS03 SoW SS02 SoW SS01 sow_screenshot_01

Una delle cose che abbiamo apprezzato sono stati i livello di squadra; con ogni successo raggiunto da una squadra, infatti, che si tratti di uccidere un giocatore, distruggere una torretta o altro, queste azioni influenzano l'intera squadra e periodicamente l'intera squadra sale di livello fornendovi accesso al vostro nuovo tier di Loadout. Il Loadout è un kit di oggetti ed equipaggiamento personalizzato dai giocatori che questi possono portare in battaglia. Per ogni livello di squadra i giocatori hanno tre diversi livelli di oggetti che possono equipaggiare (ad esempio potete mettere tre oggetti di grado A nel vostro slot di squadra di livello A, che rappresenta gli oggetti più deboli, ma non potrete mettere gli oggetti di grado F, i più forti, nello slot di livello A). Al salire di livello della vostra squadra otterrete oggettii migliori invece di comprarli, quindi i giocatori sapranno bene a quali oggetti avranno accesso nel momento in cui la loro squadra salirà di livello.

I giocatori riempiono il loro loadout con oggetti craftati dai materiali trovati nelle war chest, oggetti ottenuti dopo ogni battaglia che forniscono materiali casuali utilizzati per creare equipaggiamento, raccogliere diverse componenti finché non hanno abbastanza per realizzare un oggetto di un certo grado. I giocatori avranno la possibilità di acquistare nuove war chest nello shop del gioco tramite valuta premium e nuove skin per le Sentinelle disponibili, o in alternativa acquistare un abbonamento che fornisce diversi bonus come XP aumentati, la possibilità di ri-rollare la vostra war chest, buoni skin e altri benefici.

 





 

One Comment - "Recensione di Shards of War"

  1. riccardo 10/02/2015 at 19:28 -

    allora il gioco non è bello perchè semplicemente sul computer la connessione certe volte va e viene.Ma non è tutto vi danno anche le penalità se nonostante tu non hai fatto niente solo per la connessione.Il bello che non puoi neanche reclamare o dire ciò perchè non hanno neanche l’email