Prime impressioni di Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

8 Voto generale
Graphics: 9/10
Gameplay: 7/10
Performances: 8/10

Pieno zeppo di contenuti | Sistema di abilità flessibile

A volte troppe passeggiate avanti e indietro e poco combattimento nelle quest

 

Con il lancio di Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited, abbiamo pensato fosse ora di tornare nel mondo di Nirn e provare alcune delle nuove feature e contenuti impacchettati nel nuovo capitolo di questo popolare MMORPG. L'elemento più importante di TESO:TU è che il gioco si è finalmente sbarazzato del canone mensile e i giocatori hanno ora accesso illimitato al titolo in una formula ad acquisto singolo "buy-to-play" in stile Guild Wars 2, che vi permette di giocarci liberamente dopo averlo comprato.

 

The Elder Scrolls Online - news


Secondo molti questo era inevitabile in quanto oggigiorno sono veramente pochi i MMORPG che riescono a sopravvivere con un modello a sottoscrizione e coloro che ce la fanno hanno dietro un nome particolarmente importante (Final Fantasy XI e XIV), funzionavano già a dovere prima del boom del F2P (World of Warcraft) o offrono delle alternative come ad esempio guadagnare in gioco il proprio abbonamento (EVE Online). Oltre a questi, infatti, i titoli dotati ancora di una sottoscrizione si contano sulla punta delle dita e la maggior parte di essi prima o poi realizza che un simile modello commerciale non è più sostenibile e decide di passare a qualche tipo di F2P (Star Wars: The Old Republic).

Qualunque sia la ragione di questo cambio di rotta, ci siamo messi a testare con mano alcune delle nuove blasonate feature di Tamriel Unlimited, aggiornandoci sui recenti cambiamenti e su quanto di nuovo il gioco ha da offrire. Bisogna specificare però che molte di queste nuove caratteristiche non sono state aggiunte con Tamriel Unlimited, ma sono sui server già da qualche settimana, introdotte con le patch recenti. Nel video promozionale potrete vedere alcune di queste caratteristiche che sicuramente tutti coloro che hanno disdetto l'abbonamento e sono interessati a tornare in gioco potrebbero trovare interessanti (i giocatori che hanno già un account di gioco non devono riacquistarlo).

Dando un'occhiata alla lista dei nuovi contenuti salta subito all'occhio che molti di essi sono indirizzati ai veterani o ai gruppi. Con l'introduzione della zona avventura Upper Craglorn (una zona di livello basso-intermedio) i giocatori otterranno accesso a nuove quest e dungeon (anche se tutti i dungeon in generale hanno ricevuto un lifting e un miglioramento al loot droppato), ma la cosa più interessante sono le Trial, nelle quali i giocatori possono riunirsi in gruppi di 12 per affrontare nuove sfide; le trial ricompenseranno i giocatori più veloci a completarle, con nuove trial lanciate ogni settimana. Anche se questi non sono espressamente dedicate ai veterani, le possibilità che dei nuovi giocatori riescano a mettere insieme dei gruppi da 10 è bassissima. Parlando di contenuti di dimensioni più modeste, l'Arena Dragonstar offre un combattimento in stile sopravvivenza per un massimo di 4 giocatori, nel quale dovrete affrontare ondate su ondate di nemici in 10 arene diverse potendo scegliere tra modalità normale e veterano, con quest'ultima  dotata di sistema di classifica che mostra i migliori giocatori.

 

Elder Scrolls Online screenshots (39) Elder Scrolls Online screenshots (30)x


Abbiamo provato a divertirci con il Justice System, il sistema di giustizia, tramite il quale fondamentalmente gli sviluppatori hanno finalmente introdotto le meccaniche di furto e borseggio che hanno sempre rappresentato un divertente passatempo nei giochi single player. Vi è una nuova abilità "Legerdemain" che aiuta i giocatori a migliorare la propria capacità di borseggio, nascondersi e borseggiare, abbassare la taglia quando vengono beccati dalle guardie e aumentare la quantità di oggetti rubabili; è un vero piacere notare tutta questa attenzione ai dettagli da parte degli sviluppatori. In realtà ci è capitato di commettere il nostro primo crimine inavvertitamente, sparando una palla di fuoco e uccidendo un povero animale indifeso, causando la visualizzazione della nostra interfaccia di taglia, che ci mostrava il nostro attuale valore in oro e il nostro livello di pericolosità. Questo livello è indicato da due diversi colori: rosso è uccidere a vista e le guardie vi daranno la caccia dall'istante in cui vi vedranno, anche se dura poco per piccoli crimini (taccheggio, massacro di polli). Il bianco invece dura un po' di più e le guardie vi avvicineranno in quanto persona ricercata.

Questo ha rappresentato il nostro dubbio più grande nei confronti del sistema; quando le guardie vi individuano, infatti, scattano verso di voi e vi bloccano all'istante con una finestra di dialogo, dandovi pochissimo tempo per reagire. Qui potrete scegliere di pagare la vostra taglia o scappare. Ovviamente noi siamo scappati ed è cominciato l'inseguimento. La nostra taglia è passata da bianca a rossa, visto che fuggire è considerato un crimine importante come uccidere NPC. Evitare le guardie vicine non è stato troppo difficile , visto che quelle che ci hanno notato non erano le guardie principali di fazione. Fortunatamente avevamo un segnalino "Ricettatore" sulla mappa e correndo verso di esso abbiamo trovato un tombino nel quale siamo riusciti a scappare e che ci ha portato in una base delle operazioni in stile gilda dei ladri. Qui abbiamo trovato il nostro ricettatore che poteva comprare merce rubata o, in cambio di compenso, rimuovere lo status "rubato" dai nostri oggetti, in modo da poterli utilizzare liberamente (anche se non sapevamo a cosa potessero servirci delle "budella"..).

 

Elder Scrolls Online screenshots (29) Elder Scrolls Online screenshots (18)


E' un sistema semplice ma divertente, migliorato ulteriormente se considerate l'elemento Enforcer, ovvero la possibilità per i giocatori di svolgere il ruolo di gendarmi e dar la caccia ai criminali, abbattendoli, recuperando la merce rubata e rivendicando la taglia. Detto questo, quando un Enforcer interviene si rende automaticamente bersaglio per i ladri che possono contrattaccare e provare ad abbatterlo per riprendersi la refurtiva prima che l'enforcer raggiunga il suo corrispettivo dell'NPC ricettatore. Sarà interessante vedere come funzionerà il sistema, ma a meno che i ladri non abbiano accesso a oggetti davvero fighi, non vediamo come il gioco possa valere la candela. Se paragonato ai vecchi giochi come Ultima Online dove i giocatori potevano rubarsi gli oggetti a vicenda e un sistema simile aveva senso perché permetteva loro di controllarsi gestire la legge, quello di TESO sembra più un semplice "Divertiamoci un po' cacciandoci nei guai e vediamo se qualcuno viene a darci la caccia" che non riuscirà mai a farvi sentire un vero ladro di successo. In pratica si tratta di un gioco a basso rischio-bassa ricompensa.

Gli altri aggiornamenti che vale la pena menzionare sono rappresentati dal Champion system, che ora permette ai giocatori di far progredire e sviluppare il proprio personaggio ulteriormente una volta raggiunto il livello 50, sbloccando varie costellazioni per aumentare le proprie statistiche. Il combattimento e le animazioni sono stati migliorati, con alcune delle manovre di combattimento che sono più spettacolari e con le espressioni facciali degli NPC molto più convincenti. Le gilde hanno giovato dell'aggiunta dei negozi di gilde per le gilde più improntate al commercio, che possono ora commerciare tra loro e possono fare offerte presso gli NPC Guild Trader nei maggiori insediamenti del gioco. Qui l'acquirente con l'offerta più alta potrà ottenere i servigi di un NPC che venderà gli oggetti della sua gilda agli altri giocatori, fattore che contribuirà a potenziare l'economia in mano ai giocatori insieme ai miglioramenti al crafting e all'introduzione delle tinture per armature e vestiti.

Parlando di economia gestita dai giocatori o più precisamente "rovinata" dai giocatori, molti saranno felici di sapere che vi è un nuovo filtro per lo spam in azione, insieme a una migliorata individuazione dei bot. tutti coloro che hanno giocato a TESO sapranno in fatti che vuol dire trovarsi davanti sciami di bot che corrono in giro farmando e completando le giornaliere (ci sono abbastanza video in circolazione) ed è stato a lungo un grosso problema per la community, visto che i bot causano un aumento dei prezzi negli oggetti comuni e un calo del prezzo degli oggetti rari. Non siamo sicuri di come abbiano fatto, ma a quanto pare questi nuovi aggiornamenti hanno migliorato la situazione (e visto che con il nuovo modello commerciale sarà più semplice per i botter rimanere in gioco, speriamo che sia vero).

 

Elder Scrolls Online screenshots (3) Elder Scrolls Online screenshots (10)


Quindi come farà ora il gioco a battere cassa? Beh, ovviamente vi sarà il pagamento iniziale relativo all'acquisto del gioco che creerà un buon introito nelle tasche dei giocatori, ma oltre a questo il gioco si concentrerà su tre aree principali: account premium, DLC e Crown Store. L'abbonamento premium segue il classico modello a sottoscrizione basato su opzioni da 30, 90 o 180 giorni e offrirà ai giocatori un boost agli XP, alla ricerca per il crafting e al guadagno di ispirazione (Champion system) e oro guadagnato. Oltre a questo i giocatori avranno accesso a tutti i DLC gratuitamente finché il loro account ha lo status membership (non sappiamo al momento cosa conterranno i futuri DLC, anche se ci aspettiamo che siano acquistabili singolarmente senza abbonamento), oltre ad avere un tot di corone all'inizio del loro periodo di abbonamento (il numero di corone aumenta in base alla lunghezza dell'abbonamento acquistato).

Le corone sono la valuta premium che viene spesa nel Crown Store, che è qualcosa che siamo riusciti a provare visto che come benvenuto su Tamriel Unlimited ci sono state regalate 1000 corone da spendere. Il negozio è quasi esclusivamente cosmetico, con una varietà di cavalcature, pet e costumi da acquistare (abbiamo addirittura comprato un costume da jolly rosa per la nostra serie di crimini), pacchetti bundle con mappe del tesoro e alcuni extra per l'account come la possibilità di giocare qualunque razza in qualunque alleanza e una serie di oggetti consumabili come kit di riparazione e sul gem per la resurrezione. Potete stare tranquilli che non vi è alcuna opzione pay-to-win e possiamo solo sperare che il publisher continui su questa strada.

 





 

One Comment - "Prime impressioni di Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited"

  1. luigi 20/03/2015 at 20:13 -

    sarebbe meraviglioso se lo traducessero in italiano