Dead Island: Epidemic

TBD Voto generale

Grafica curatissima | Combattimento frenetico

La modalità PvE Horde era fin troppo facile

 

Ci siamo un po' di tempo per provare il nuovo ZOMBA (Zombie Online Multplayer Battle Arena) di Deep Silver: Dead Island: Epidemic, che avevamo già avuto modo di provare al Gamescom lo scorso agosto, dove giocammo una battaglia tra tre squadre in un gameplay che gli sviluppatori chiamano PvPvPvE (praticamente tre squadre combattono in un'area con i mob). Con la closed beta in corso siamo tornati in gioco a scoprire con mano cos'ha da offrire.

Dead Island Epidemic screenshot (11)Dead Island Epidemic screenshot (6)

Entrando nel gioco dopo aver scaricato il client (accessibile tramite steam) siamo stati trascinati in un prologo/tutorial single player, che vi guida nelle basi di controlli e movimenti. I giocatori si muovono con i tasti WASD, netto miglioramento rispetto al tipico movimento  con click del mouse, i cui tasti saranno invece adibiti ad attacchi standard e abilità speciali. Abbiamo anche altre abilità sui tasti QERF, e possono essere livellate in gioco guadagnando XP per renderle più potenti proprio come visto in altri MOBA (anche se gli sviluppatori continuano a dire che non lo è... questo è proprio un MOBA, semplicemente con feature diverse).

Ci siamo spostati per la mappa in un gameplay in puro stile Diablo, sparando zombie, interagendo con l'ambiente  per muoverci in giro per la mappa fino a raggiungere uno degli altri sopravvissuti sull'isola. Insieme ci siamo fatti strada fino a un punto sicuro, apprendendo le basi del gameplay lungo la strada, ad esempio come catturare i punti (utilizzati nella normale modalità PvP) e raccogliendo oggetti.

Dead Island Epidemic screenshot (28)Dead Island Epidemic screenshot (25)

Nella lobby principale avevamo accesso ai personaggi a nostra disposizione nell'account beta, ma vi erano anche altri personaggi disponibili in cambio di valuta di gioco, ognuno con tre diverse forme. Vi è anche un bancone da lavoro utilizzato per creare vari oggetti utilizzando progetti; purtroppo non ne avevamo a disposizione, quindi non abbiamo potuto testare questa caratteristica.

Il gioco è diviso in due modalità di gioco (escludendo il prologo/tutorial ripetibile), che sono Scavenger e Horde. Scavenge mode è la principale modalità PvPvPvE dove le squadre arancione, verde e blu si scontrano per provare a catturare dei punti di interesse, difendendoli combattendo e cercando di far propri quelli degli avversari. La prima squadra a raggiungere gli 800 punti vince, anche se ci sono obiettivi secondari come sconfiggere i boss che vi forniscono vari oggetti da collezionare; questa era una sorpresa inaspettata e fare PvPvP mentre le squadre cercavano anche di uccidere un boss è stato davvero divertente.

Dead Island Epidemic screenshot (23)Dead Island Epidemic screenshot (14)

La modalità Horde è anch'essa a punti di cattura, ma vede una squadra di quattro giocatori combattere contro la IA, conquistare un punto e difenderlo per un certo lasso di tempo mentre ondate di mob continuano ad arrivarvi addosso. Vi farete strada fino alla fine del livello, dove vi troverete poi ad affrontare un grosso boss, che nel nostro capo era una delle enormi creature chiamate Puller. I boss hanno meccaniche uniche, ad esempio il Puller sputava acido su tutta la squadra che ci costringeva a correre e bagnarci con una fonte d'acqua per lavarci dall'acido e fermare il DoT. Aveva anche un attacco bozzolo che isolava i giocatori rendendoli incapaci di combattere finché un alleato non attaccava il bozzolo distruggendolo.

Abbiamo avuto la possibilità di utilizzare due dei personaggi, uno pesantemente corazzato/di supporto che poteva saltare dall'altra parte dello schermo per infliggere danno e un DPS furtivo che poteva diventare invisibile e sparare veleno ai nemici con il suo attacco principale. Grazie a una certa varietà in personaggi e livelli crediamo che il gioco possa arrivare lontano, anche se la modalità orda era considerabilmente più facile di quanto ci aspettassimo e il gioco sarà gradito per lo più dai fan del PvP.