Crusaders of Solaria

6 Voto generale
Grafica: 6/10
Gameplay: 6/10
Sonoro: 6/10

Combattimento divertente | Grafica cartoonosa | Sistema di combattimento coinvolgente

Combattimento fin troppo divertente, speriamo si risolva nelle fasi avanzate di gioco

 

Abbiamo recentemente dato un'occhiata a Crusaders of Solaria, di R2 Games, un RPG d'azione gratuito giocabile via browser; avendo provato vari altri titoli R2 avevamo già un'idea su cosa aspettarci, visto che finora si sono rivelati tutti estremamente simile a Wartune e League of Legends. In tutta onestà ci stavamo aspettando un altro clone di questi giochi, e non essendo fan di questi titoli fin troppo automatizzati, non avevamo troppe speranze per Crusaders.

Per fortuna dobbiamo alzare le mani e ammettere di esserci sbagliati; il gioco è effettivamente divertente e si dimostra essere una via di mezzo tra i tipici giochi RPG R2 Games e altri, come lo sparatutto d'azione Zombies Ate My Pizza, grazie a un sistema di combattimento molto più coinvolgente nel quale vi troverete ad esplorare livello 3D a scorrimento e utilizzare poteri e abilità per lanciare fantastici attacchi. Nonostante il combattimento in sé non sia particolarmente stimolante, è comunque piacevole e speriamo che la difficoltà del combattimento aumenti all'aumentare del livello del giocatore.

Crusaders of Solaria screenshot 7 Crusaders of Solaria screenshot 6

Quando cominciate il gioco vi troverete a scegliere tra quattro diverse classi/personaggi; pur non essendoci delle vere opzioni di personalizzazione è bello vedere che la scelta della vostra classe cambi un minimo l'esperienza di gioco, visto che dovrete eseguire manualmente tutti i vostri attacchi e a seconda della classe scelta la vostra esperienza di gioco potrebbe cambiare totalmente. Le quest sono esattamente quello che ci aspettavamo, con auto-pathing tra gli NPC per raccogliere quest, tra una chiacchierata e l'altra finché non venite mandati in un dungeon.

Per la prima parte della nostra esperienza nell'area dungeon siamo stati mandati a esplorare una certa miniera infestata dai Goblin, completando diversi tier che avevano il Battle Rating visibile, in modo da poterlo paragonare al nostro e capire quanto sarebbero stati difficili. La quantità di equipaggiamento che avevamo e la velocità alla quale stavamo migliorando le nostre abilità era ben oltre questa curva e così ci siamo trovati ad essere sempre eccessivamente potenti per la missione (ed erano le uniche missioni disponibili, quindi a quanto pare è una scelta deliberata quella di rendere i giocatori troppo potenti a inizio gioco).

Per ogni missione e quest completata ci è stata data una valanga di valuta di gioco che potevamo utilizzare per acquistare nuovi oggetti (Anche se quelli acquistabili erano già stati dati tramite missioni) e, una volta che le feature sono state sbloccate, incantare gli oggetti e farli salire di livello, cosa che ha aumentato il nostro BR.

Crusaders of Solaria screenshot 5 Crusaders of Solaria screenshot 4

Il combattimento era effettivamente abbastanza divertente, con potenti attacchi da scatenare in un tripudio di goblin macellati, come ad esempio il nostro attacco turbinante grazie al quale potevamo vorticare in giro per 5 secondi per la mappa distruggendo ogni cosa. Abbastanza divertente. I boss che abbiamo affrontato, compresi i sotto-boss, erano interessanti e avevano diverse tattiche e abilità che spezzavano il combattimento rendendolo più stimolante (anche se non c'era nulla di pericoloso e non abbiamo mai rischiato di morire). Una volta che ci siamo fatti strada nelle miniere, ci siamo diretti alla prossima zona intorno al livello 10, una città portuale invasa dai pirati.

In generale il gameplay era divertente, specialmente considerando quanto si discosta dagli altri RPG distribuiti da R2 Games. Il comparto sonoro è curato, include effetti speciali e musica di background; la grafica ha un interessante stile cartoonoso (che ci ha ricordato di nuovo da vicino Zombies Ate My Pizza.