City of Steam: Arkadia

6.7 Voto generale
Grafica: 7/10
Gameplay: 6/10
Sonoro: 6/10

Ambientazione unica | grafica migliore di molti altri browser game

Gameplay generico | il sistema a energia può risultare fastidioso | tempi di respawn ridicoli

 

Quando leggete la parola "MMORPG", la prima cosa che vi viene in mente è molto probabilmente il tipico gioco fantasy con fortezze, mostri, spade e magie; questo perché effettivamente il 90% dei MMORPG in circolazione preferiscono seguire la prudente via dell'ambientazione fantasy, da sempre  la più apprezzata giocatori. Col tempo, però, alcune software house hanno provato a offrire qualcosa di nuovo in termini di ambientazione con i loro giochi, come ad esempio la fantascienza vista in EVE Online, Star Wars Galaxies, Anarchy Online e SWTOR. Adesso, Mechanist's Games cerca di omaggiare la stranamente sottovalutata ambientazione steampunk con City of Steam: Arkadia, un browser game 3D che cerca di offrire una nuova esperienza la quale promette di fondere elementi Hack&Slash in stile Diablo con un completo MMORPG themepark.

Potete giocare a City of Steam scaricando un micro-client o direttamente dal vostro browser. Nonostante i nostri tentativi non siamo riusciti in nessun modo a far funzionare il micro client, ricevendo un errore sconosciuto ogni volta che lo lanciavamo e venendo così costretti a giocare al titolo dal nostro browser. Non proprio un buon inizio, vero? Poco male, alla fine il gioco è stato progettato proprio per essere giocato via browser, quindi cominciamo la nostra avventura senza indugiare oltre.

Il gioco è estremamente accessibile e l'unica cosa che dovrete fre sarà creare un account o accedere tramite Facebook, cliccare su "Play" e attendere un brevissimo caricamento.

City of Steam screenshot 10City of Steam screenshot 8

City of Steam offre quattro classi: Arcanist (la versione steampunk del classico stregone), Gunner (DPS fisico a distanza che utilizza pistole e fucili), Warder (Tank corpo a corpo) e Channeler (classe magica di supporto) e 10 (DIECI!!) razze. Beh, in realtà quattro di queste razze sono tipi diversi di umani, ma ognuno di essi possiede il proprio backgrund e il proprio stile. Oltre alle razze umane ci sono anche una specie di elfi pallidi dall'aspetto inquietante, chiamati Draug, i classici elfi, chiamati Riven, tre tipi di pelleverde (Goblin, Hobbes e Orchi), e gli immancabili Nani.

Già dai vestiti iniziali di ogni razza e dal loro equipaggiamento base avrete un assaggio dell'importanza dell'elemento steampunk  in questo gioco e siamo sicuri che moltissimi giocatori appasionati di steampunk sranno contentissimi della cosa.

Sarete accolti da una cut-scene niente male con disegni animati che vi narrerà l'incipit della stria principale. Ci sono altre di queste scene più avanti nel gioco, a sottolineare i momenti importanti. Questa scelta narrativa aiuta notevolmente con l'mmersività.

Un altro fattore che contribuisce con l'immersività è la storia personale del vostro personaggio il quale, quest dopo quest, offre NPC interessanti, diverse scelte possibile per i dialoghi e una gran varietà di situazioni, come all'inizio, quando succede qualcosa (no spoiler) e dovrete farvi strada attraverso un treno in corsa da una carrozza all'altra, liberandolo dai mostri.

L'ambientazione steampunk è molto curata ed estremamente ben progettata, con macchine a vapore in bronzo e rame, ciminiere, locomotive, jetpack, motociclette e robot ovunque. Persino gli elementi fantasy più tipici, come spade e staffe, hanno qui un deciso sapore steampunk.

A livello visivo, il gioco fa uso del potente motore Unity per offrire un mondo 3D direttamente nel vostro browser. Texture e dettagli di numerosi personaggi, armature e modelli degli oggetti sono apprezzabili ma non sorprendenti (abbiamo visto risultati decisamente migliori con lo Unity), mentre molti degli spazi chiusi, come i dungeon, sono semplicemente poco ispirati e noiosi. Al contrario, gli spazi aperti come le città sono fantastici, ricchi di dettagli e personaggi e vi danno la possibilità di godervi un campo visivo notevolmente profondo. Purtroppo le animazioni dei personaggi risultano piuttosto rigide e innaturali, e potrebbero essere migliorate.

Le cose cominciano a peggiorare quando si parla di gameplay. I controlli sono gli stessi identici a cui anni e anni di MMORPG themepark vi hanno abituati : WASD o click del mouse per muovervi, mouse per interagire/attaccare/muovere la telecamera e tasti numerici per le vostre abilità. Questo è tutto, davvero. La reattività non è la migliore che ci sia capitato di vedere e il combattimento risulta a volte impacciato e "lento". Una buona aggiunta al sistema è la possibilità di equipaggiare tre diversi set di armi sul vostro personaggio, come due armia  una mano, arma a due mani o mano singola e scudo, e passare da una all'altra con un semplice click del mouse quando non siete in combattimento. La cosa divertente è che ogni arma sarà sempre visualizzata sul nostro personaggio, quindi con due pistole e un fucile il nostro personaggio sembrava proprio un'armeria mobile. Come l solito, salendo di livello avrete la possibilità di sviluppare il vostro personaggio avanzando in diversi alberi di abilità.

La progressione del gioco è estremamente lineare e basata sulla classica catena di quest. Comunque, da quello che abbiamo visto, in City of Steam le quest sono tutte basate sullo stesso concetto, non troppo entusiasmante dobbiamo dire: entrate in un'area e completate tutti i requisiti delle quest, le quali di solito coinvolgono l'uccisione di un certo numero di mostri, la raccolta di una certa quantità d soldi e l'uccisione di un boss. Una volta fatto, verrete ricompensati e potrete dirigervi verso la prossima area o tornare in città. Nonostante tutto questo possa essere divertente per un po', a nostro parere molti giocatori potrebbero trovarlo monotono dopo qualche ora, o giorno, di gioco. Ci sono altre attività e svaghi ovviamente, come pesca, estrazione mineraria, crafting, e a un certo punto riceverete anche una fighissima moto steampunk (sì, potete impennare!) che può essere modificata per diventare più veloce ed esteticamente più aggressiva, ma non siamo sicuri per quanto tempo tutti questi orpelli possano tenere incollati allo schermo i giocatori più navigati dei MMORPG, visto che l'intera esperienza vi lascia la sensazione di... vecchio.

City of Steam screenshot 6City of Steam screenshot 4

Il gioco non è proprio male, diciamolo, ma non ci sono vere innovazioni o caratteristiche uniche al di là dell'ambientazione, e se siete un veterano del genere, avrete la costante e spiacevole sensazione di aver già giocato al gioco e aver già visto tutto quello che ha da offrire.

Ci sono anche un paio di aspetti del design del gioco che non ci sono piaciuti affatto. Prima di tutto, avrete una certa quantità di energia a disposizione ed entrare nelle aree delle quest richiede che spendiate una parte di questa energa che si rigenera con il passare del tempo proprio come nei giochi su Facebook. Nonostante durante i primi livelli questo non era affatto un problema, potrebbe risultare frustrante più avanti per un utente che passa molto tempo in gioco, costringendolo a mettere mano al portafoglio per continuare a giocare.

La seconda cosa è che il ritmo di respawn dei mostri è ridicolo. Dicamo che siete in un dungeon e ci sono due gruppi di mostri in successione davanti a voi. Uccidete il primo, andate a combattere il secondo e, mentre lo finite, il primo gruppo salta di nuovo fuori alle vostre spalle e vi attacca. Per fortuna, i mostri normali sono di solito molto deboli e siamo riusciti a ucciderli tutte le volte, ma la cosa a volte era davvero fastidiosa.

CONCLUSIONI

City of Steam: Arkadia è un MMORPG themepark 3D completo di ogni feature e orpello. La sua ambientazione unica farà probabilmente felici i fan dell'ambientazione steampunk che aspettavano da tempo un MMORPG con questo stile. Al di la di questa ambientazione, però, il gioco non offre nulla di nuovo o originale, e l'intera esperienza soffre di un brutto caso di "solita solfa", una malattia che affligge moltissimi MMORPG moderni. Inoltre, nonostante sia tecnicamente buono per un browser game, ci sono alcune particolari scelte di design che non abbiamo apprezzato e che riteniamo possano dar fastdio a molti giocatori.