La sesta stagione di Star Trek Online, Under Siege è ora online!




Perfect World Entertainment ha oggi annunciato il lancio della Sesta Stagione di Star Trek Online, Under Siege. Questo imponente aggiornamento introduce il Fleet Guild Advancement System, che consente ai membri della propria flotta di costruire, potenziare e difendere la propria base stellare. Inoltre l'aggiornamento naturalmente contiene tantissimi contenuti end-game per i giocatori al massimo livello, tanto da porre questo update ai vertici tra tutti gli altri sin dal lancio del gioco!




Ecco alcune delle caratteristiche che saranno introdotte con Under Siege:


• Fleet (Guild) Advancement System, secondo cui la flotta potrà costruire la propria base stellare, con gli ufficiali in grado di assegnare progetti secondo tre alberi tecnologici principali (Bellico, Ingegneristico e Scientifico); sarà possibile inoltre specializzare la propria base stellare secondo 5 diversi livelli di design, sbloccare sempre nuovi progetti per guadagnare sempre più esperienza e ricompense; portali stellari potranno poi consentire un rapido accesso a tutti i settori delle basi stellari.

• Fleet Starbase Defense Missions, ossia una serie di missioni ed eventi comprendenti missioni di difesa delle basi da 5 giocatori, due diverse missioni di attacco (sempre da 5 giocatori) e una missione da 20 giocatori. Alcune di esse saranno disponibili per i giocatori di tutti i ranghi, altre solo per i giocatori Vice-Ammiragli o Tenenti Generali.

• Foundry Updates, ossia molte novità riguardanti la Forgia, il tool di creazione di contenuti del gioco, che ora contiene tante opzioni in più e un'interfaccia migliorata.

• Fleet UI Redesign, ossia un nuovo design per la Fleet Home Page e la Fleet Holdings Page, in modo tale che indichino con precisione lo stato della flotta, dei progetti e il contributo alla classifica.

• New Max-Level Content, ossia nuove missioni, eventi, sfide e contenuti di massimo livello (come il No Win Scenario o il Colony Rescue, che assicurano sfide sia spaziali che terrestri).



Per qualsiasi ulteriore informazione cliccare QUI.