GC2012 – Ecco la presentazione di Kartuga al Gamescom

 

La simpatica squadra di sviluppo di Kartuga, una volta arrivati allo stand Innogames, ci ha condotti in un'altra ala della fiera dove ci attendeva una stanza piena di potenti pc pronti ad saziare la nostra fame videoludica concernente questo interessante titolo piratesco. Kartuga, sorprendentemente giocabile da qualsiasi browser a basato sullo Uniti 3D (quindi dotato di una grafica davvero niente male), sarà un gioco facilissimamente giocabile e assai difficile da spegnere.

 



 

Se da un lato potrebbe dirsi che l'ambientazione piratesca sia quanto meno, un po' inflazionata, dall'altro Kartuga si pone come il primo gioco piratesco che combina in modo assai originale le caratteristiche di un MMORPG (come la progressione del personaggio, la presenza di 3 classi, il distruttore, il protettore e l'ingegnere, l'esistenza di dozzine di diverse abilità e di centinaia di oggetti da equipaggiare, la persistenza di un mondo coloratissimo e vivo nel quale prenderanno avvio le proprie avventure), con l'immediatezza di una MOBA, (ossia un multiplayer online battle arena), grazie alle sue divertentissime battaglie PvP (che abbiamo potuto sperimentare per circa 40 minuti). Il PvP è la vera chiave di volta del divertimento, cosicché si dovrà imparare a manovrare bene la propria nave e a puntare con precisione i propri cannoni per sperare di diventare dei potenti pirati.

 



 

Quando inizia il gioco (noi abbiamo provato quella modalità in cui i giocatori devono difendere determinati punti di interesse per accumulare punti e vincer la partita), a bordo del proprio ponte si dovrà condurre la nave velocemente fra mari e nemici, bisognerà far fuoco con saggezza calcolando il tempismo di caduta delle palle di cannone, si dovranno usare le proprie abilità (sempre 4, bindate QERF) nel momento giusto e nel posto giusto. Un caratteristica particolare di questa modalità di gioco consiste poi nel fatto che, una volta affondati, è possibile ritornar in gioco scegliendo tra diversi spawn points, in base alla situazione della mappa. La curva di apprendimento del gioco non è mai così ripida da compromettere il divertimento, che vi aspetterà sempre dietro l'angolo. Inoltre, la fiaschetta di metallo regalataci alla presentazione (peccato non fosse piena di Grog), ha aggiunto un vero tocco di classe al tutto!

 



 

 

 





 

You must be logged in to post a comment.