Darius, la mano di Noxus, sfida League of Legends




Ecco che siamo quasi arrivati al lancio dell'ultimissimo eroe Riot, Darius, the hand of Noxus. Dopo Varus (carry ranged) si torna agli eroi duri e puri adatti fondamentalmente al "solo top" o al jungling. Il video che vi presentiamo mostrerà le sue letali abilità: vi anticipiamo tuttavia che l'eroe si caratterizza per la passiva, l'hemorrage, una sorta di bleed (sanguinamento) che costituisce la base per potenziare le altre 4 abilità; la sua prima abilità è fondamentalmente un AoE damage; la seconda rallenta il target, la terza lo prende e lo porta a sè (a breve distanza, non come Blitzcrank), e l'ultima lo finisce con un colpo true damage con un altissimo moltiplicatore (1.2 dell'AD).

Sulla carta Darius potrebbe configurarsi come un potente bruiser, con alta capacità di harrassing (ma non tanta resistenza), oppure come jungler, qualora se ne potenziasse la velocità o il crowd control. Lo staff di League of Legends precisa che non si tratta in nessun caso di un vero Tank: sicuramente si tratterà di un fighter eccezionale e resistente. Proviamolo!







Per far assaggiare il sapore dell'acciaio ai vostri nemici, clicca QUI.