Come sarebbe un gioco MMO di Game of Thrones?

 

Per il nuovo episodio della nostra serie “Immaginando I MMO” ci allontaniamo dall'atmosfera divertente, amichevole e orientata alla famiglia dell'MMO per bambini di Mario Bros del nostro ultimo articolo e ci caliamo in qualcosa più oscuro e brutale mentre ci sforziamo le meningi per cercare di immaginare il nostro MMORPG di Game of Thrones! Con la quinta stagione dello show in onda in questo periodo tutti i fan ogni settimana non vedono l'ora di torare su Westeros, tra tradimenti politici e la battaglia per il trono di spade; immaginate però se non doveste aspettare un intero anno tra le varie serie e poteste invece vivere in quel mondo, diventando parte degli intrighi e guidando la vostra nobile casata al fianco di alcuni dei vostri personaggi preferiti contro quelli che odiate di più.

Pur non essendoci praticamente bisogno di presentazione ormai, è doveroso ricordare che il tutto nasce dalla saga di romanzi “Le cronache del ghiaccio e del fuoco”, di George R.R. Martin, la cui popolarità è schizzata alle stelle con l'adattamento televisivo realizzatosi nella serie TV della HBO, Game of Thrones, una saga che vede protagoniste potenti casate medievali le quali si danno battaglia e affrontano forze ancora più grandi nel tentativo di rivendicare la corona e regnare sui Sette Regni come re del trono di spade di Westeros. Un'ambientazione accattivante già consolidata dai libri e portata sullo schermo dalla serie TV e che sinceramente ci sembra perfetta per un MMORPG.

Quindi, quale sarebbe il succo della faccenda? Game of Thrones/A Song of Ice and Fire ruota tutto attorno ai personaggi e a gigantesche casate che si lanciano in battaglie, politica e conquista, quindi cosa c'è di meglio di un bel MMORPG sandbox PvP-centrico che offra libertà e personalizzazione in un gigantesco mondo aperto esplorabile che è l'opposto del solito themepark a binari che ci propongono ogni giorno? I giocatori potrebbero scegliere il proprio stile di vita che va da paesani a mercanti, novelli cavalieri e persino mendicanti da strada e bastardi che col tempo diventano figure chiave e influenti nel gioco di potere.

 

Game of Thrones MMO - shot 1


E se puntiamo ai MMORPG hard-core cosa c'è di meglio di dare un'occhiata a Ultima Online, EvE Online e Darkfall Online per trarne ispirazione mentre progettiamo le nostre meccaniche e feature chiave?

Ultima Online ci fornirebbe principalmente il nostro ambiente in stile sandbox, la completa libertà di andare dove volete, cercando le vostre avventure e addestrando il vostro personaggio in modo che sia adatto al vostro stile di gioco e al tipo di attività alla quale partecipate regolarmente, come ad esempio un sistema basato sulle abilità nel quale se preferite craftare e lo fate aumenterete le vostre abilità di crafting, mentre se vi dedicate combattere e cacciare diverrete un esperto lottatore. Rivendicate il vostro appezzamento di terra, insediandovi nelle terre selvagge e curando una fattoria, o giurate fedeltà al vostro Lord locale in cambio di protezione, o ancora cercate di ottenere una casa ad Approdo del Re o Alto Giardino e guadagnatevi da vivere come mercenario o guardia, mettendo alla prova le vostre abilità tenendo a bada ladri e criminali... o perché non diventare voi stessi un criminale? Magari un tagliagole o bandito che si aggira per i vicoli, evitando le ronde e organizzando imboscate contro ignari viaggiatori.

Darkfall Online ci presterebbe il suo sistema di combattimento a cui apporteremmo le nostre modifiche; lo stile di combattimento in terza persona in stile sparatutto MMO richiede ai giocatori di direzionare ogni singolo attacco e ogni parata con scudo o armi e di schivare eventuali frecce in arrivo. Grazie a un immersivo sistema di combattimento navale e a cavallo e alla possibilità di distruggere e rubare i mezzi nemici la natura sandbox del nostro titolo sarebbe valorizzata ancor di più, anche se ovviamente provvederemo a un bel revamp grafico che sfrutti le migliori tecnologie disponibili (dopo tutto è il nostro gioco ideale). L'azione in tempo reale sarebbe davvero coinvolgente. Immaginate di essere incaricati di attrarre le forze nemiche in trappola; prendete posizione con il vostro esercito su una collina e caricate il nemico dalla collina, i cavalli galoppano e le frecce volano seguendo i comandi che lanciate tramite un sistema di chat vocale integrato. Il nemico risponde caricando a sua volta e attaccando con cavalleria e freccie, in un frastuono crescente di metallo e ossa che cozzano. La trappola scatta e dalle retrovie i mercenari (anch'essi giocatori) che avete assoldato il giorno prima compaiono a cavallo, accerchiando i nemici mentre voi tirate un sospiro di sollievo ringraziando che non abbiano deciso di fare il doppio gioco. Il giorno è vostro, il nemico è caduto e la sua roccaforte ora è sotto il vostro controllo. Epico, vero? Comunque, non sarete per forza costretti a partecipare a conflitti su larga scala, e ovviamente implementeremo anche una versione del classico sistema di “PK” a nomi rossi, per coloro che vogliono giocare da soli e lanciarsi in un PvP open world che prevederà in ogni caso delle città e dintorni che fungono da zone sicure, un sistema di taglie create dai giocatori e un sistema di loot parziale che diventa più severo all'aumentare dei punti PK di un giocatore fino al punto che i peggiori fuorilegge recidivi rischieranno di perdere tutto quello che è in loro possesso quando vengono uccisi in battaglia.

Molti pochi giochi hanno un sistema economico forte e influenzato dalla community come Eve Online e noi creeremmo qualcosa di simile permettendo a chiunque sia interessato al combattimento di avere un peso notevole, che sia un proprietario di fattorie che cresce bestiame e coltivazioni da vendere per nutrire un esercito o un villaggio, un minatore che fornisce acciaio da spedire a un Lord che cerca di costruire un castello o persino commercianti che affrontano lunghi viaggi per comprare e vendere piante esotiche, veleni e acciaio di Valyria! Durante queste spedizioni e viaggi ci saranno ovviamente coloro che cercheranno di rubarle, e per ogni mercante (o contrabbandiere) ci saranno banditi e pirati pronti a battere le varie rotte commerciali scrutando l'orizzonte in cerca di nuove prede.

Con la battaglia tra le casate a svolgere un ruolo così importante nella serie, il gioco dovrebbe incorporare una qualche forma di controllo territoriale per i giocatori che vogliono farsi un nome gestendo le proprie terre, magari giurando fedeltà a una delle grandi nobili casate, che possono essere i Baratheon, gli Stark, i Lannister, i Greyjoy, i Tyrell o altre casate importanti che puntano al trono. Ogni casata avrebbe la sua città chiave che non può essere conquistata, come ad esempio Grande Inverno per gli Stark, Casterly Rock per i Lannister, Alto Giardino per i Tyrell, lasciando Approdo del Re e il trono di spade disponibili a coloro che hanno il fegato e l'astuzia per conquistarli.

 

Game of Thrones MMO - shot 2 Game of Thrones MMO - shot 3


I territori dei sette regni sarebbero divisi in aree chiave che possono essere conquistate in maniera simile a quanto avviene su Planetside 2, con un passaggio senza fine di zone neutre contestate. Questo però non impedisce alle unioni di giocatori di avere le proprie rivalità e alleanze anche se appartengono alla stessa fazione, proprio come abbiamo spesso visto nella serie TV e nei libri. Di conseguenza permetteremmo ai giocatori di cambiare la loro fazione scelta, pur con un cooldown di due mesi, in modo da non escludere colpi di scema come tradimenti e cambi di bandiera dell'ultimo secondo. A seconda della posizione del giocatore sarebbero disponibili castelli e fortini più grandi da controllare che forniscono in cambio un introito in ferro, legno, argento e oro che possono aiutare a rendere alleanze più solide o comprare i servigi di loschi figuri, tutti elementi adattissimi ai giocatori inclini al gioco di ruolo che permettono la realizzazione di cospirazioni e altre situazioni ruolisticamente interessanti.

Nonostante il nostro gioco ideale sia incentrato sul PvP cercheremmo comunque di incoraggiare un minimo il PvE, anche se visto che nel gioco non ci sono troppi elementi del fantasy classico (fatta eccezione per i giganti, gli estranei, i draghi e i metalupi), la lista dei candidati a mob da PVE è limitatarispetto a tanti altri MMORPG. Quindi anche se il mondo sarebbe popolato da animali selvaggi di ogni tipo, banditi NPC e bruti, offriremmo qualche area in stile avventura, magari ambientata oltre la barriera o nel continente di Essos, dove i Dothraki e le forze di Daenerys Targaryen attendono, lasciando il PvP ai sette regni e tenendolo separato da queste zone esclusivamente PvE.

Quindi, cosa pensate del nostro MMORPG sandbox di Game of Thrones? Sappiamo che un themepark potrebbe essere apprezzato da una fascia più ampia di giocatori probabilmente, ma secondo noi vista l'ambientazione e il tipo di attività nelle quali i giocatori verrebbero a trovarsi coinvolti, la struttura sandbox sarebbe molto più adatta. Comunque fateci sapere cosa ne pensate e magari se avete qualche suggerimento lasciando un commento qui sotto!