Recensione di Trove

Trove - Review - Thumpnail
7.5 Voto generale
Gameplay: 8/10
Grafica : 7/10
Sonoro: 7/10

Nuovo approccio a un genere popolare | Gameplay basato su avventure e quest

Stile grafico non molto convincente, nonostante di qualità tecnica migliore rispetto ad altri esponenti del genere

 

Abbiamo recentemente provato Trove, di Trion Worlds, l'avventura sandbox open world basato su voxel nella quale i giocatori possono intraprendere quest, costruire distruggere. Durante il caricamento del gioco eravamo pronti a trovarci davanti qualcosa di molto simile a giochi come minecraft, ed effettivamente ci sono alcune somiglianze, come grafica a cubi e idee generali del gameplay; Trove comunque cerca di dire la sua aggiungendo diverse feature, tocchi unici e una resa grafica migliorata.

Trove - news

Dopo il download e il login siamo stati portati direttamente nel mondo di gioco, una zona iniziale che vi insegna le basi del combattimento  tramite una serie di comodi cartelli che vi forniscono istruzioni sulle varie feature. Ci siamo subito trovati nell'area di personalizzazione del vostro avatar dove abbiamo potuto scegliere un look per il nostro avatar da una varietà di tonalità della pelle, acconciature, colori e altri dettagli da MMO social che aggiungono un pizzico di individualità al gioco. Come sempre abbiamo scelto l'Afro.

Come prima cosa siamo stati incaricati di cercare di uscire dall'edificio nel quale eravamo essenzialmente intrappolati, saltando nella lava e curandoci con la nostra pozione Elysium, un oggetto permanente che si può riempire in vari punti del mondo. Abbiamo poi raggiunto un grosso muro di mattoni troppo alto per essere saltato, e ci è stato indicato di passare alla modalità costruzione premendo il tasto tab. Questa modalità ci ha permesso di piazzare vari blocchi dai materiali che avevamo raccolto.

Trove screenshot 8 Trove screenshot 7 Trove screenshot 6 Trove screenshot 5

Esplorando il mondo di gioco siamo arrivati a provare una delle prime feature principali, trovandoci davanti a un cartello accanto a un grosso quadrato grigio sul terreno, che indicava una Cornestone, un'area dove i giocatori possono piazzare la propria casa. La cosa particolare che distingue Trove da altri MMO o anche altri giochi appartenenti al genere, è che i giocatori possono costruire le loro case su queste Cornerstone e se durante le loro avventure lontane da casa dovessero trovare una nuova Cornerstone, potrebbero rivendicarla e teletrasportare immediatamente lì la loro casa. Nonostante non abbiamo avuto la possibilità di esplorare totalmente questa feature, è facile capire quanto sia utile non dover viaggiare fino alla vostra casa fissa ogni volta che ne avete bisogno. Le abitazioni sono completamente modificabili piazzando blocchi, utilizzando il tavolo di crafting per creare arredamento e oggetti; ad esempio il nostro compito per andare avanti era di costruire un portale che ci avrebbe portato all'area open world principale, ma per farlo avremmo avuto bisogno di altre risorse.

Avventurandoci nei boschi spaventosi, uccidendo scheletri e persino distruggendo piante abbiamo acquistato varie risorse e materiali di cui avevamo bisogno per creare il nostro portale. Durante il nostro viaggio ci siamo imbattuti in una tomba esplorabile nella quale abbiamo affrontato un NPC boss. Uccidendolo ci ha lasciato del loot tipico da MMORPG, una berdica equipaggiabile che aumentava il nostro attacco.

Trove screenshot 4 Trove screenshot 3 Trove screenshot 2 Trove screenshot 1

Continuando a esplorare abbiamo scoperto un cratere nel quale non abbiamo potuto fare a meno di entrare, anche se non riuscendo a saltar più fuori siamo dovuti passare alla modalità costruzione, colpire il terreno per estrarre materiali e costruirci una via d'uscita. Dopo aver esplorato e raccolto le risorse necessarie per il nostro portale siamo tornati alla nostra Cornerstone e al nostro portale, che ci ha portati nelle terre normali, dove abbiamo trovato una varietà di portali basati sui livelli, che ci portavano verso altri mondi e aree da esplorare.

La nostra prima impressione è stata di trovarci davanti a un gioco promettente, in grado di offrire una veste grafica che è un netto miglioramento rispetto a minecraft. Vi è anche un fastidioso bug per colpa del quale ci trovavamo a dover cancellare alcuni file nelle cartelle del gioco per riuscire a giocare, altrimenti avremmo avuto una schermata nera con solo la GUI visibile; abbiamo trovato la soluzione navigando su internet.

Se volete sapere qualcosa di più su Trove, cliccate sul pulsante "info" qui sotto.