Recensione di EverQuest 2

EverQuest 2 - Review - Thumpnail
6 Voto generale
Grafica: 5/10
Gameplay: 6/10
Sonoro: 6/10

Ottima personalizzazione del proprio avatar | Dieci anni di contenuti e ambientazione

Terribili prestazioni del motore grafico (per l'autore della nostra recensione) | Grafica datata

 

Per la nostra ultima recensione ci siamo dedicati a EverQuest 2, gioco che avevamo già avuto modo di "assaggiare" a morsi quando ci siamo trovati a testare le varie espansioni, questa è stata però la prima volta che abbiamo creato un nuovo personaggio per partire da zero, in modo da avere un'idea chiara del gioco dalla prospettiva di un nuovo giocatore che si trova a entrare in questo mondo storico. Il gioco è infatti in giro ormai da un decennio, ma si tiene ancora stretta la folta schiera di fan che si è formata col tempo, formata spesso da utenti che avevano già amato il suo predecessore e desideravano esplorare ancora il mondo di Norrath.

Il gioco è completamente gratuito, anche se vi sono alcuni contenuti ed elementi apparentemente inaccessibili a chi non decide di aprire il portafoglio. Al nostro primo login abbiamo notato subito qualcosa di particolare, ovvero la possibilità di sfruttare i personaggi eroici, che vi permettono di cominciare il gioco con un personaggio di livello 85; un'idea che sembra interessante soprattutto per i giocatori di vecchia data che si erano allontanati dal titolo e che potrebbero decidere di tornare per provare i nuovi contenuti endgame, o per coloro che vogliono giocare con i propri amici che si trovano già a livelli alti. Vista la natura della nostra esperienza ci siamo lanciati sul classico e abbiamo creato un mago Ratonga (uomo ratto) di livello 1. Il livello di personalizzazione del personaggio è davvero alto, e anche se ci sono dei MMORPG che offrono sistemi anche migliori, il gioco si difende in maniera assolutamente egregia.

 

EverQuest 2 screenshots (12) EverQuest 2 screenshots (11) EverQuest 2 screenshots (10) EverQuest 2 screenshots (9)


A questo punto vale la pena menzionare un dettaglio abbastanza importante, ovvero che il gioco è un vero e proprio succhia-risorse, e che ci siamo trovati costretti a terminare praticamente qualunque altra cosa fosse in esecuzione sul computer per far smettere al gioco di bloccarsi ogni manciata di secondi sulla schermata dei menu. Sfortunatamente, una volta che il gioco si è avviato, i freeze sono tornati ed erano a dir poco fastidiosi. Avevamo avuto lo stesso problema quando provammo l'espansione Tears of Veeshan, e anche se le specifiche del nostro PC sono più che sufficienti a far girare un gioco di dieci anni, per qualche ragione avevamo costanti problemi, al punto che abbiamo quasi pensato di rinunciarci. Per molti giocatori questo forse potrebbe non essere un problema, ma ci sono abbastanza post sul forum ufficiale da farci capire che forse effettivamente qualcosa che non va c'è, e personalmente ci sentiamo di dire che un problema del genere sarebbe persino abbastanza per definire un titolo completamente ingiocabile.

Quindi, facciamo finta che riusciate a entrare in gioco senza trovarvi davanti questi problemi dovuti al motore grafico, cosa vedete? Innanzitutto, quello che non abbiamo visto erano gli NPC pronti a offrirci quest, e siamo stati un bel po' ad andarcene in giro prima di realizzare che avevano una piuma dorata in testa, indizio ben più difficile da notare rispetto ai grossi punti interrogativi gialli ai quali i MMORPG degli ultimi anni ci hanno abituati; inoltre dobbiamo dire che la minimappa non era esattamente d'aiuto.

 

EverQuest 2 screenshots (8) EverQuest 2 screenshots (7) EverQuest 2 screenshots (6) EverQuest 2 screenshots (13)


L'ambiente e le texture sentono il peso degli anni, e l'aspetto generale di Darklight Wood, la nostra città iniziale, risulta abbastanza basica e poco ispirata rispetto alle aree iniziali ben più dettagliate di altri MMORPG (WoW, SWTOR, Guildwars 2, ecc.) . Il Level design era a dir poco semplice, con le caverne nei dintorni che offrivano ben poco per quanto riguarda immaginazione e immersività, e ci davano l'impressione di star giocando a un MMORPG coreano qualunque pieno zeppo di mob sparsi per le zone in attesa di essere uccisi. La difficoltà iniziale era probabilmente aumentata dal fatto che giocavamo una classe magica, e ci siamo trovati dal oneshottare i nemici, a farci prendere a calci nel sedere ripetutamente quando abbiamo provato a fare un passo fuori dall'area del villaggio. Non ci vergognamo affatto di dire che siamo stati uccisi un bel po' di volte.

Il gioco è ben lontano da essere il peggiore sul mercato, ma sfortunatamente, essendo uno dei primi MMORPG moderni di sempre, i giocatori si aspettano forse qualcosa in più dal titolo, e sperano magari che sia riuscito a rimanere competitivo. Vale la pena provarlo? Forse, ma con il tempo siamo diventati snob della grafica, e nonostante la grafica non sia tutto, unita a fasi di gioco iniziali mediocri, potrebbe essere abbastanza per scoraggiare numerosi giocatori.