Loadout

Loadout REVIEW - thumpnail
6.5 Voto generale
Grafica: 7/10
Gameplay: 7/10
Sonoro: 6/10

Grafica di buona qualità | divertente | sistema di crafting delle armi profondo e complesso

Client ancora un po' instabile | poche mappe giocabili finora

 

Edge of Reality ci ha recentemente dato modo di provare il suo Loadout, e senza perdere tempo, noi di GiochiMMO.it ci siamo coraggiosamente lanciati in questo accattivante sparatutto in terza persona fuori di testa. Ovviamente ci sentiamo in dovere di farvi un resoconto completo della nostra avventura. Il gioco, sviluppato per PC, è raggiungibile tramite Steam e, a quanto promettono gli sviluppatori, sarà in futuro disponibile anche su MAC.



A prima vista Loadout sembra un gioco semplice. Potrete craftare le vostre armi tramite diversi componenti al fine di mettere insieme un arsenale decente, personalizzare il vostro personaggio con accessori vari e diverse provocazioni per deridere i vostri avversari ed essere subito pronti ad affrontare le arene PvP. Questo è tutto, abbastanza semplice, come detto prima. Eppure è proprio questo il bello di Loadout. Poche complicazioni, tanto divertimento.

L'attuale versione, in closed beta, pecca però ancora di contenuti. I giocatori possono provare le quattro modalità di gioco e il sistema di crafting, ma ci sono solo poche mappe su cui giocare. A parer nostro questo limita parecchio le possibilità di testing da parte dei giocatori, ma così è, almeno per ora.

All'inizio del gioco, le vostre possibilità di personalizzazione del personaggio e craft delle armi sono ovviamente limitate, perché molte opzioni e componenti devono essere acquistate con la valuta di gioco. Ciononostante, anche le poche scelte iniziali sono sufficienti per garantirvi un buon inizio e potrete produrre armi per ogni stile di gioco.

GRAFICA E SONORO

La grafica del gioco è decisamente piacevole e ben realizzata, e lo il particolare stile scelto è a nostro parere adatto ai toni del gioco. Essendo uno sparatutto in terza persona, infatti, sono molto importanti l'aspetto e lo stile dei personaggi. Per Loadout gli sviluppatori hanno optato per uno stile "Rambo nel mondo dei fumetti", che risulta sempre divertente e simpatico. Le provocazioni e le mosse di scherno che i personaggi possono indirizzare agli avversari sono appositamente esagerati e d'effetto e ammettiamo che sono riuscite a strapparci una risata in più di un'occasione.



Loadout è estremamente sanguinoso e cruento. Ci sono generose carneficine dietro ogni angolo e non è affatto difficile vedere qualche arto saltare via. Dopo un esplosione, invece, potrete ammirare simpatici individui senza più la parte inferiore del corpo trascinarsi via mentre gli organi interni diventano sempre più evidenti. È anche possibile vedere i personaggi - tutti esclusivamente maschili al momento - correre in giro seminudi con indosso solo le mutande. Questa opzione, così come la violenza eccessiva, può essere disattivata dalle opzioni.

Le mappe condividono in parte lo stile fumettoso che caratterizza i personaggi e sono progettate in maniera relativamente contenuta e compatta.

Per un gioco del genere, che non vuole assolutamente sembrare realistico, l'audio, come i rumori ambientali e gli effetti di esplosioni ed armi, risulta decisamente sufficiente. La musica hard rock di sottofondo è inoltre a nostro parere una scelta più che azzeccata.

CRAFTING E CLASSI/RUOLI

Il sistema di craft delle armi è un'elemento che contribuisce a dare carattere al gioco e a distinguerlo con qualcosa di unico. Si potrebbe definire il cuore di Loadout poiché veramente tutto in gioco ruota attorno alle armi, la loro creazione e personalizzazione. Le possibilità aperte da questo sistema donano al gioco un suo stile personale perché la classe e il ruolo in battaglia sarà determinato proprio dalla scelta dell'arma.

Tutti i personaggi, fatta eccezione per l'aspetto fisico, sono infatti alla pari e uguali fra loro. Sono invece le armi a possedere diverse qualità e capacità che possono essere equipaggiate. In breve, è l'arma che definisce il personaggio e il suo ruolo in battaglia. E questo è proprio ciò che rende speciale il sistema di crafting di Loadout.



Detto questo, il sistema è abbastanza semplice: avete un paio di parti per ogni componente di un arma a disposizione. Ogni arma è composta da 5 o 6 diverse parti (chassis, calcio, canna, caricatore, grilletto etc.) che garantisce diverse qualità (raggio, danno, rateo di fuoco, etc.) che sono influenzate da numerose opzioni di personalizzazione come metodo di dispersione o dinamiche dell'arma. Nel totale, ci sono più di 50 milioni di combinazioni possibili che i giocatori possono provare per costruire la propria arma ideale da usare negli scontri PvP.

Avendo anche accesso ad armi di supporto come bombe curatrici, i giocatori possono anche agire da curatori in Loadout. Potrete per esempio lanciare missili di cura ai vostri compagni che saranno poi protetti da una nube verde che blocca quasi qualunque tipo di danno. Figo, no?

GAMEPLAY

I giocatori che hanno già craftato e testato un piccolo arsenale sono immediatamente autorizzati a partecipare agli scontri PvP. Al momento, ci sono soltanto quattro modalità standard e poche mappe, ma si spera che la situazione cambi nell'immediato futuro. Tutte le modalità possono essere impostate per essere giocate con limite di tempo o punteggio.

Le modalità a squadre sono progettate per due team da quattro giocatori ciascuno e sono veloci e divertenti. È facile capire al volo chi ha le armi appropriate e chi non le ha. Da bravi nabbi del gioco, siamo entrati tutti baldanzosi in partita con delle armi che ci erano sembrate buone in fase di creazione e testing ma che sono risultate decisamente inappropriate contro giocatori esperti che ci hanno facilmente spazzati via. Abbiamo capito che serve decisamente tempo per trovare il giusto equilibrio!



La Blitz-Modus, essendo uno scontro tutti contro tutti, è ancora più caotica. In questa modalità è bene riconsiderare totalmente il proprio set (consistente in due armi più granate) poiché le armi curative diventano inutili. Anche qui siamo inevitabilmente morti abbastanza in fretta e abbiamo notato che la telecamera, dopo la vostra morte, segue il simpaticone che vi ha appena mandato al creatore.

CONCLUSIONI

Per riassumere il tutto, Loadout è un gioco divertente e interessante e specialmente adatto a coloro che vogliono godersi dei sani match PvP senza troppi compromessi. Il sistema di crafting è uno dei punti di forza del gioco e presenta un sistema di sviluppo alquanto originale. Nonostante risultino abbastanza piccole, le arene di gioco sono sufficienti per i team da 4 giocatori e permettono abbastanza possibilità di gioco. Secondo noi è decisamente un titolo che vale la pena provare!