La recensione esclusiva di World of the Living Dead



A grandi linee possiamo anzitutto definire World of the Living Dead come un MMORPS (role playing strategy) basato su Javascript e sul testo, ambientato in una Los Angeles post apocalittica. I giocatori hanno il compito di comandare e proteggere una o più squadre di sopravvissuti, girando per le strade deserte e combattendo per la sopravvivenza. Il giocatore assume il ruolo dell'agente segreto del NECRA (National Emergency Control & Relief Agency), un'agenzia governativa incaricata di ricostituire la società civile. I giocatori non possono controllare i sopravvissuti individualmente, ma solo esercitare un controllo a livello di squadra per completare gli obiettivi. Il gioco ha sia elementi PvP, sia elementi giocatore contro ambiente di gioco.

E' possibile controllare i gruppi di sopravvissuti usando un'interfaccia modificata di Google Maps. Il gioco può consistere anzitutto nel carcare rifornimenti evitando il contatto con altri gruppi di sopravvissuti; alternativamente può consistere nel cercare altri gruppi per rubare le loro provviste. Il compito del giocatore è inoltre quello di riuscire a gestire la paura, la fatica, la fame e i movimenti dei sopravvissuti, mano a mano che gli zombie si impossessano del mondo circostante. La posizione di ogni giocatore nelle aree vicino alla propria squadra sono aggiornate in tempo reale, cosicché il gioco si configura sicuramente come un RTS browser game.

Dal momento che si tratta di un browser game, è sufficiente registrarsi per essere immediatamente lanciati nel mondo apocalittico di gioco. All'inizio la SCUGS (Survival Cell User Guidance System) ti affida un gruppo di 3 sopravvissuti (nel nostro caso è stato 2 ragazze e un ragazzo): i maschi hanno una capacità di carico maggiore (fino a 30 kg, contro i 20 kg massimi delle donne); d'altro canto gli uomini consumano 2000 calorie al giorno, contro le 1000 calorie consumate dalle donne. L'obiettivo è semplice: guidare i sopravvissuti in un posto sicuro e cercare provviste, poiché in caso contrario si è molto presto morti e sepolti!

La prima cosa che potrete notare appena entrati in gioco è una mappa e la vostra squadra di 3 sopravvissuti segnata nella mappa come un "picche" rosso (come nel gioco delle carte): per muoversi sulla mappa occorre cliccare su un luogo vicino alla vostra squadra, ma dovete stare attenti a non andare troppo lontano, perché il movimento è stancante e può essere pericoloso. I satelliti SCUGS tracciano il movimento dei morti viventi e la loro densità è indicata attraverso un numero e un colore sulla mappa.

La nostra prima missione è stata raccogliere delle provviste di emergenza della NECRA. Per completare la missione abbiamo dovuto progettare un percorso nella mappa tra la nostra posizione e il luogo delle provviste evitando le zone pericolose infestate di zombie: è stato relativamente facile, poiché abbiamo trovato facilmente il posto e raccolto le provviste in sicurezza. completando la missione abbiamo vinto anche qualche Survival Point.

Gli oggetti si raccolgono nell'inventario e il giocatore può distribuirli tra i 3 sopravvissuti: abbiamo trovato un po' di cibo e una pistola. Nella seconda missione abbiamo dovuto liberare un sopravvissuto, così ancora una volta abbiamo dovuto pianificare un percorso sulla mappa per raggiungerlo. Ok, ora abbiamo 4 sopravvissuti: il problema è che hanno bisogno di cibo, che incominciano ad essere disidratati e che non abbiamo tante provviste...
Ogni personaggio infatti ha bisogno di una certa quantità di calorie e di liquidi al giorno, in caso contrario inizia ad accumulare fame e sete: una volta che queste raggiungono il massimo, il personaggio morirà il giorno successivo. Ci vogliono circa 4 giorni di disidratazione o 28 giorni di fame per raggiungere questo esito fatale.

I tuoi sopravvissuti sono gente comune, ma possono imparare a sopravvivere. Senza abilità essi sprecheranno munizioni e moriranno facilmente: per affinare le proprie abilità è necessario spendere i propri Survival Points. Ci sono varie abilità divise in diverse categorie: combattimento, resistenza, infezione, movimento, ricerca e sopravvivenza. Ad es. è possibile aumentare la propria velocità di movimento e accuratezza con un'arma, ridurre la possibilità di diventare uno zombie o il tempo per recuperare la fatica.

Il prossimo passo consiste nell'imparare a rivoltare i vari luoghi come un guanto alla ricerca di oggetti utili. Si possono anche lasciare messaggi destinati ad altri giocatori sui muri dei luoghi in cui si è ricercato qualcosa: memento mori (ricordati che anche tu morirai) sembra essere il brocardo più appropriato al caso. A differenza della maggior parte dei giochi di zombie, i vari luoghi non si riforniscono: al contrario esse esauriscono le risorse, costringendo così gli altri giocatori a muoversi altrove per cercare risorse. Accumulare risorse ha un ruolo fondamentale nel gioco, e scambiare provviste con altri giocatori può divenire un obbligo in aree totalmente esaurite.

Se è il momento di recuperare la calma, ristorarsi dalla fatica e curarsi le ferite, il giocatore potrà dire ai sopravvissuti di barricarsi in un appartamento e riposarsi. Ciascun posto sicuro ha tuttavia un indice di integrità che si riduce col tempo, man mano che gli zombie esaminano le difese del luogo. E' inoltre necessario assegnare ad uno dei sopravvissuti il ruolo di difendere il rifugio.

Se i tuoi sopravvissuti versano in una forma fisica pessima è anche possibile scambiare i crediti NECRA guadagnati nelle missioni per comprare medicine ed aiutarli quindi a recuperare la salute un po' più velocemente del normale o per beneficiare di qualche potenziamento (si possono comprare anfetamine, benzodiazepine o morfinoidi!)

Il combattimento non si vede direttamente, ma se ne è resi partecipi attraverso una serie di reports che spiegano ogni ferita, uccisione o morte del gruppo. La vita dei sopravvissuti è molto fragile, per cui per ogni singola missione è necessario pianificare attentamente ogni aspetto e la stessa opportunità di lasciare il covo con il rischio di imbattersi e combattere gli zombies.

Quando si raggiunge il livello 3 si può guidare una seconda squadra. Il gioco consente anche di chattare con altri giocatori o, volendolo, anche di scrivere la biografia dei propri sopravvissuti!

In definitiva, dall'esperienza di gioco si può dedurre che ci sono tantissime informazioni da analizzare e un mucchio di missioni in cui lanciarsi: il gioco è poi veramente immersivo ed intenso. E' totalmente gratis, è facile venirne coinvolti, ma probabilmente è difficile padroneggiarlo pienamente. Quindi, il consiglio è: provatelo!