Drakensang Online

Drakensang - Thumpnail
6.7 Voto generale
Grafica: 7/10
Gameplay: 7/10
Sonoro: 6/10

Classico gameplay Hack & Slash fluido e divertente direttamente nel vostro browser | Ambientazioni curate e ricche di dettagli

Le pozioni curative possono essere acquistate soltanto tramite valuta premium

 

Drakensang Online è la prima incarnazione multigiocatore della serie Drakensang, una saga RPG di nicchia, nata nel 2009 con Drakensang: The Dark Eye. Con questo nuovo capitolo della serie, distribuita nel 2011, Bigpoint ha tentato di portare l'atmosfera e il feeling da RPG old-school del gioco nella dimensione multiplayer, provando al contempo a offrire un'esperienza Hack & Slash in puro stile Diablo, completa e appagante. Abbiamo deciso di verificare con i nostri occhi perché i fan amano tanto il gioco e se vale effettivamente la pena provarlo. Scopriamo insieme la risposta.

Drakensang Online screenshot (11)

Potete saltare in gioco semplicemente registrandovi sul sito ufficiale e cliccando sul grosso pulsante "Gioca", o anche eseguendo il login tramite il vostro account Facebook, il che rende il tutto persino più veloce. Una volta n gioco potrete scegliere uno dei personaggi disponibili, ognuno con il suo stile di gioco personale: Dragon Knight (il classico tank corpo a corpo resistente), Spellweaver (un DPS magico), Ranger (competente in combattimento a distanza e ravvicinato) e lo Steam Technician (che sorprendentemente non è un impiegato Valve ma un combattente a media distanza che utilizza macchinari a vapore). una volta scelta la vostra classe, avrete la possibilità di decidere il sesso del vostro personaggio, a eccezione dello Steam Technician che è disponibile solo in versione maschile (non siamo sicuri di voler sapere come si riproducono...) e personalizzare una quantità di dettagli estetici molto limitati, come acconciatura e forma/dimensione del corpo.

Muovendo i primi passi veri e propri in gioco, vi troverete immersi in una familiare avventura Hack & Slash estremamente simile a volti noti del genere come Diablo, Torchlight e Path of Exile, con una storia da seguire, quest, orde e orde di mostri, loot casuale, elementi da aprire e distruggere, combattimento d'azione spaccabottoni e tanto altro, tutto nel vostro browser.

Drakensang Online screenshot (7)Drakensang Online screenshot (4)

Effettivamente, guardando un qualunque video di gameplay del titolo, difficilmente direste che si tratta di un browser game, e potreste scambiarlo con molta facilità con un classico MMO a client, grazie alla grafica curata e alle animazioni fluide. Ovviamente non stiamo affermando che il gioco sia in pari con le più recenti produzioni ad alto budget, assolutamente, ma riesce ancora a difendersi ottimamente se paragonato con molti dei più blasonati MMO gratuiti degli anni passati.

I personaggi sono abbastanza dettagliati e animati con perizia, mostri e creature sono interessanti e ben realizzati, ma è nel design degli ambienti che spicca nel complesso: sono ricchi di piccoli e splendidi particolari come vari tipi di erba e vegetazione, piccoli passaggi, effetti di luce e ombre e altri tocchi di classe che rendono ogni zona un piacere da esplorare.

Pur non essendo affatto innovativo, il sistema di combattimento è molto semplice e divertente se vi piacciono questo tipo di giochi: utilizzerete il click sinistro del mouse per interagire con ambiente e PNG e per attaccare i nemici, mentre il pulsante destro sarà adibito all'utilizzo di un'abilità precedentemente selezionata. Potrete associare qualunque abilità vogliate ai pulsanti del mouse, e avrete a vostra disposizione anche i tasti numerici, dove potrete inserire anche consumabili, etc. I controlli sono piuttosto reattivi e di solito precisi, ammesso che abbiate una connessione abbastanza buona da permettervi di giocare senza lag. Ci siamo divertiti con il ranger, kitando nemici, colpendoli dalla distanza con le nostre abilità e saltando di nuovo nella mischia per finire il lavoro. Come norma in questo genere di giochi, vi troverete quasi sempre ad affrontare gruppi sostanziosi di nemici tutti insieme, anche basterà un paio di colpi per uccidere ognuno di loro. Questo aiuta molto a darvi l'impressione di  un ritmo di gioco sempre frenetico ed eccitante, sicuramente molto meno noioso da guardare e giocare dei solito MMORPG nei quali vi troverete a scambiare colpi statici con lo stesso nemico per vari secondi.

Nonostante il comparto sonoro non sia di certo il migliore nel giro, presenta effetti abbastanza curati che possono aiutare con l'immersione anche se, dobbiamo dirlo, alcuni versi dei mostri sono davvero orribili.

Ci sono due tipi di server selezionabili all'inizio della vostra avventura: PvP e PvE. Se siete nuovi in questo genere di giochi o volete semplicemente godervi un'esperienza tranquilla, vi consigliamo caldamente di cominciare in un server PvE, a meno che non siate decisi a provare un'esperienza davvero Hardcore, visto che c'è la possibilità di essere brutalmente gankati a ripetizione subito fuori le aree iniziali. Abbiamo provato un primo approccio a Drakensang Online proprio su uno di questi server, ma abbiamo dovuto subito rinunciare all'idea o non saremmo mai riusciti a giocare e scrivere questa recensione... sigh...

Drakensang Online screenshot (2)

Inoltre, il gioco offre alcune caratteristiche mirate a tenervi interessati, come potenziamento dell'equipaggiamento, tinture delle armature, un sistema di costumi che vi permette di comprare (probabilmente solo con valuta premium) costumi da visualizzare al posto della vostra armatura, mantelli, cavalcature e pet da collezionare, dungeon, etc. Una cosa molto carina è che gli Andermant (che rappresentano la valuta premium) possono essere, seppur raramente, droppati dai mostri, quindi ad avere abbastanza tempo e pazienza, potreste riuscire a comprare oggetti premium semplicemente giocando.

Una cosa che invece ci ha fatto storcere il naso è la possibilità di comprare pozioni di cura esclusivamente per Andermant o droppandole dai mostri. Il drop rate è però estremamente basso e il prezzo delle pozioni così alto che è veramente difficile riuscire a soddisfare il vostro bisogno, quindi vi rimangono due scelte: grindare qualche livello per superare il livello consigliato dalle quest e completarle senza troppe pozioni, o comprare Andermant per soldi reali.

CONCLUSIONI

Drakensang Online è una piacevole sorpresa per la folla di amanti degli Hack & Slash. Troverete il vostro gameplay preferito dritto nel vostro browser, pronto per essere giocato su praticamente qualunque macchina. La grafica è molto curata, il sistema di controllo piacevole e intuitivo, e ci sono abbastanza feature da tenervi incollati allo schermo per un po'. E se cercate una vera esperienza hardcore, il gioco vi offre persino server ful PvP. Il titolo non è però tutte rose e fiori, e ci sono delle scelte degli sviluppatori che proprio non ci hanno convinto, come le pozioni di vita acquistabili solo per valuta premium. In ogni caso, se amate il classico gameplay Hack & Slash in puro stile Diablo potreste tranquillamente provare a dargli un'occhiata, magari approfittando del contest di livellaggio che abbiamo pubblicato qualche giorno fa e ancora valido per un paio di giorni.

 





 

One Comment - "Drakensang Online"

  1. kyotrix 13/01/2014 at 18:43 -

    H&S OpenWorld, cosa assai rara in questo genere di giochi, spesso istanziati. Grafica bella. Personalmenti troppi oggetti e aggeggi vari da item shop che incasinano la vita del player. Giocai qualche anno fa fino al liv21, abbandonai un po’ per noia, un po’ per l’impossibilita’ di avanzare da solo ( necessario un party di almeno 2/3 persone per non rimanere uccisi ).
    PvP limitato purtroppo ad arene 1vs1, 3vs3, 5vs5, cosa che non mi piace.
    Per natale 2 volte ho riloggato, ma appena ho visto l’inventario pieno di oggetti che non sapevo cosa fossero ( per non parlare dei pg vestiti da babbo natale che mi passavano davanti ), ho desistito subito. Con alcune modifiche potrebbe essere un buon gioco. Diciamo che in italiano non ci sono alternative. ( ci sarebbe path of exile, ma e’ in inglese, istanziato, con alcune scelte di gameplay discutibili )