Dragon Nest EU

Dragon Nest - thumpnail - preview
7.5 Voto generale
Grafica: 7/10
Gameplay: 9/10
Sonoro: 6/10

Sistema di combattimento divertente e skill-based | Stile artistico molto curato | Interessante storyline con cutscene

Poche opzioni di personalizzazione estetica | Classi gender locked

 

Dragon Nest è un MMORPG 3D fantasy d'azione sviluppato da Eyedentity. Il gioco sta finalmente per fare il suo debutto in europa grazie a eFusion e noi abbiamo avuto la possibilità di saltare nella closed beta e provare il gioco. Vediamo cosa ha da offrire e se vale il vostro prezioso tempo!



Per quelli di voi che hanno giocato alla versione SEA del titolo, l'esperienza sarà praticamente la stessa con l'unica eccezione che stavolta vi troverete davanti alla totale assenza di lag, fattore che, in un gioco del genere, può facilmente essere considerato il più importante in assoluto. Se  invece non avete mai giocato a Dragon Nest, questa potrebbe essere l'occasione giusta, ma leggete la nostra esperienza riportata qui sotto e decidete da soli.

CREAZIONE DEL PERSONAGGIO

Il primo passo, come nel 99% dei MMORPG là fuori, è di creare il vostro personaggio e già da qui potrete facilmente notare il particolare stile anime del gioco. Una delle prime cose che abbiamo notato sono state le classi gender locked. Questo significa che il sesso del vostro personaggio sarà imprescindibilmente legata alla scelta della vostra classe. Ad alcuni questa scelta di design non dà alcun fastidio, ma molti altri sono invece parecchio infastiditi da una decisione che al giorno d'oggi può sembrare quantomeno superflua. Comunque, le classi offerte dal gioco sono Guerriero (maschio), Arciere (femmina), Strega (femmina) e Chierico (maschio). Anche se le classi sono soltanto 4, tenete in mente che, a un certo punto, ognuna di esse avrà due sottoclassi uniche in cui specializzarsi, cosa che porta l'effettivo numero di classi giocabili a otto, il che non è male considerando che ogni sottoclasse ha combo e abilità distinitive e deve essere giocata in maniera totalmente diversa.

La personalizzazione estetica del vostro personaggio è un altro punto che avrebbe giovato di una maggiore cura. Avrete giusto una manciata di stili e colori per le vostre acconciature, mentre i colori di occhi, pelle e costume base si contano sulla punta delle dita. Non troverete visi, dimensioni del corpo, accessori, tatuaggi, niente. Capiamo che il gioco preferisce concentrarsi sul proprio gameplay frenetico ma, andiamo, era davvero tanto di difficile offrire qualche viso da scegliere per provare a rendere il proprio personaggio unico?



Dopo aver creato il nostro personaggio siamo stati introdotti in gioco dalla prima cutscene. La scena animata e la zona iniziale cambieranno in base alla classe scelta. Strega e Chierico cominciano la loro avventura in una zona nevosa caratterizzata da bianchi e colori tenui, mentre il Guerriero e l'Arciere iniziano in un paese dai colori brillanti, ricco di vita, piante e fiori. La grafica può essere considerata leggermente datata, però dobbiamo ammettere che il gioco è invecchiato davvero bene. Nonostante le texture trarrebbero di certo giovamento da una maggiore risoluzione, dopo un po' non ci farete caso grazie agli ambienti curati e dettagliati ricchi di elementi animati come piante, fiori, fumo che spunta dai camini, etc. Gli effetti di luce e le variazioni di lunghezza focale che accompagnano il movimento della telecamera sono fantastici, e vi aiuteranno non poco a immergervi nel mondo di gioco. Bisogna dire che in generale il gioco presenta un azzeccatissimo stile artistico. È difficile descriverlo con precisione, ma i singoli design di personaggi, ambienti, edifici, mostri e palette di colori, si fondono armoniosamente tra loro per donare al titolo un sapore unico e del tutto particolare che a nostro parere lo distingue positivamente dalla maggior parte dei MMORPG in stile anime.



Il comparto sonoro risulta senza infamia e senza lode. Vi è un mediocre doppiaggio inglese in alcuni punti, ma vista la sua qualità complessiva, possiamo affermare che è una fortuna che le mosse e le tecniche eseguite dai personaggi siano accompagnate da gridi e versi appartenenti all'originale doppiaggio coreano.

GAMEPLAY

Qui è dove il gioco ci regala il suo meglio, ma andiamo con ordine. Dopo il primo veloce combattimento introduttivo arriverete al villaggio iniziale. Le città sono gli "hub sociali" nei quali potrete incontrare altri giocatori, formare gruppi, vendere e comprare oggetti, utilizzare la vostra casella di posta, rilassarvi dopo un combattimento e altro ancora. La cosa più importante che dovete sapere riguardo Dragon Nest è che è fondamentalmente un dungeon crawler istanziato. Questo significa che, proprio come in altri giochi tipo Vindictus o C9, incontrerete gli altri giocatori soltanto nelle città, e dopo aver formato un gruppo dovrete decidere quale dungeon affrontare e a quale difficoltà. Ovviamente avrete a disposizione un soddisfacente numero di quest che possono essere prese in città. La storia principale è interessante e viene narrata tramite occasionali cutscene ben animate e personaggi a volte ben caratterizzati. Come in praticamente ogni altro MMORPG, completando le quest otterrete XP, denaro e altri tipi di ricompense.



Una volta entrati nel vostro primo dungeon realizzerete improvvisamente cos'è che rende questo gioco diverso dalla maggioranza dei suoi diretti concorrenti. Il sistema di combattimento è skill-based, estremamente semplice e davvero convincente. In pratica avrete una visuale e un mirino in stile TPS (sparatutto in terza persona) e dovrete dirigere ogni singolo attacco e ogni abilità. Gli attacchi base sono sul tasto sinistro del mouse, mentre il destro è per il vostro attacco secondario che consiste in calci o altro e che serve principalmente per colpire i nemici a terra e sbilanciare una difesa debole. Sui tasti numerici avrete le vostre abilità, mentre con la doppia pressione rapida di un tasto direzionale eseguirete una schivata in quella direzione; attenti però poiché la schivata ha un cooldown, quindi evitate di spammarla e utilizzatela in maniera strategica. Salire di livello vi garantirà dei punti da spendere nell'albero delle abilità per sbloccarne di nuove o potenziare quelle vecchie. Le battaglie, specialmente quelle contro i boss, sono estremamente frenetiche e coinvolgenti e, se avete un minimo di esperienza in videogiochi per PC, vi suggeriamo caldamente di evitare la modalità facile e giocare direttamente quella media per godervi il gioco. Il combattimento richiede abilità e riflessi, e un buon personaggio ha bisogno di un buon giocatore per dare il meglio almeno quanto una ferrari ha bisogno di un buon pilota. Il potere è nulla senza controllo; infatti, se siete abbastanza abili da trovare il giusto tempismo con i vostri attacchi, potrete costruire le vostre combo personali. Alla fine spaccare teste a destra e sinistra con le nostre abilità coreografiche e sbrilluccicanti è stato davvero divertente!



CONCLUSIONI

Dragon Nest è un titolo da provare assolutamente per tutti gli amanti dei MMORPG d'azione. Mentre la grafica parlando di texture e modelli 3D potrebbe risultare vecchiotta se paragonata alle moderne produzioni, lo stile artistico del gioco è magnifico e davvero particolare e vi farà facilmente perdonare le texture a bassa risoluzione. Il sistema di combattimento è skill-based, frenetico, assolutamente coinvolgente, e soprattutto DIVERTENTE.